Arte e CulturaPrimo Piano

Nicolò Mannino: la lotta alla mafia e la promozione della vita

Il Comune di Adrano conferisce il riconoscimento "Il Banchettante" per la difesa della legalità

Nicolò Mannino riceverà il prestigioso riconoscimento “Il Banchettante” dal Comune di Adrano

 

In un’atmosfera carica di stima e ammirazione, il Comune di Adrano prepara la cerimonia di  conferimento del riconoscimento del “Banchettante”  a Nicolò Mannino, segnando un momento significativo nella lotta contro la criminalità organizzata e nella promozione dei valori della legalità. Nicolò Mannino, conosciuto per il suo impegno costante e determinato contro la mafia, si è distinto come un faro di speranza e un esempio da seguire, specialmente per le giovani generazioni.

 

Il premio “Il Banchettante”, che rappresenta un simbolo di coraggio e di impegno nella difesa dei principi di giustizia e legalità, viene assegnato a coloro che, come Mannino, hanno dimostrato un’eccezionale dedizione nella lotta contro le ingiustizie e nella promozione di un futuro più equo e sicuro. La decisione di conferire questo riconoscimento a Nicolò Mannino nasce dalla sua instancabile lotta contro tutte le mafie,  un percorso che richiede non solo coraggio, ma anche una profonda convinzione nella giustizia e un impegno incessante verso la società.

 

La cerimonia di premiazione avrà luogo il prossimo 28 dicembre e vuole essere un momento di riflessione sull’importanza della legalità e del ruolo che ciascuno può giocare nel contrastare le forze dell’illegalità e della corruzione. Il riconoscimento che sarà  assegnato a Mannino sottolinea il messaggio che la legalità non è solo un concetto astratto, ma un valore concreto e vitale, da difendere e promuovere attivamente. La dedizione di Nicolò Mannino nel sensibilizzare i giovani sui pericoli della mafia e sull’importanza della legalità è stata particolarmente lodata.

Mannino ai microfoni anticipa l’importanza dell’educazione e della formazione dei giovani come strumenti fondamentali nella lotta alla criminalità organizzata. È evidenzia come la sua battaglia non sia solo contro la mafia, ma anche per la costruzione di una società basata su principi di equità e giustizia.

 

Il conferimento del premio “Il Banchettante” a Nicolò Mannino non vuole essere esclusivamente  un riconoscimento del suo personale contributo alla lotta contro la mafia, ma anche un incoraggiamento a tutti coloro che, giorno dopo giorno, lavorano per un mondo più giusto e legale. La storia di Mannino è un potente promemoria del ruolo che ciascuno può svolgere nella costruzione di una società migliore, libera dalla paura e dall’oppressione della criminalità organizzata.

Auguri all’uomo, al professionista, al professore.

 

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com