EsteriPrendo quotaPrimo Piano

Ucraina: l’Antonov Myria, l’aereo ucraino più grande del mondo distrutto dai bombardamenti

L’Antonov An-225 “Mriya”, che in ucraino vuol dire “sogno”, è stato distrutto nella guerra in Ucraina. Rappresentava l’unico esemplare di aereo da trasporto più grande e potente del mondo, creato dall’Antonov Design Bureau di Kiev. I russi l’hanno distrutto, come metafora di quello che vogliono infliggere alla nazione invasa.

L’Antonov 225 distrutto all’interno dell’hangar Foto Ykpanha

L’aereo si trovava di base alla fabbrica Antonov all’aeroporto di Hostomel, nord ovest di Kiev, probabilmente per la manutenzione di uno dei 6 motori, dove i due eserciti sono stati protagonisti di tremendi scontri. La responsabilità è stata da più parti attribuita all’intensa campagna di bombardamenti effettuati sull’aeroporto da parte dell’Esercito russo. Un danno enorme per Kiev, ufficializzato dal ministro degli Esteri Kuleba:

Antonov 225 Mriya Foto Ukraine Kiev Tour-

La Russia potrebbe aver distrutto il nostro “Mriya”. Ma non potranno mai distruggere il nostro sogno di uno Stato europeo forte, libero e democratico. Prevarremo!”, ha scritto in una nota su Twitter. Progettato alla fine della Guerra Fredda, la storia dell’Antonov 225 è legata strettamente a quella dell’Unione Sovietica, in particolare al trasporto di carichi pesanti per la corsa allo spazio durante la Guerra Fredda. Si tratta del famoso Buran, lo Space Shuttle sovietico: per il suo trasporto occorreva un mezzo eccezionale e il razzo “Energia” dal 1988, anno del suo primo volo.

Antonov 225 Mriya Foto Ukraine Kiev Tour.

A fine degli anni ’80 divenne operativo uno degli aerei più grandi che il mondo avesse mai visto. Dopo alcuni anni di inattività era stato rimesso in servizio dalla Antonov Airlines, la compagnia aerea cargo ucraina e divisione dell’azienda Antonov, che come sappiamo opera a livello internazionale in servizi di trasporto pesante con una flotta che comprende anche i velivoli da trasporto An-124 “Ruslan”. Inoltre negli ultimi due anni è stato utilizzato attivamente durante la pandemia di Covid19. In particolare, nell’aprile 2020, l’aereo ha consegnato 103 tonnellate di farmaci dalla Cina a Kiev per combattere il coronavirus.

Antonov 225 Mriya Foto Ukraine Kiev Tour

Il velivolo, spinto da 6 motori Turbofan ZMKB Progress D-18T, poteva raggiungere gli 850 km/h di velocità massima, con un’autonomia di 15.400 km (4.000 a pieno carico). Era in grado di trasportare un carico di circa 250 tonnellate e vantava 84 metri di lunghezza, 88.4 di larghezza e 18.1 di altezza, per una superficie alare di 905 metri quadri. Montava 6 motori turbofan e la doppia deriva che caratterizzava l’impennaggio in coda gli permetteva di trasportare carichi sopra la fusoliera: proprio come accadeva con il Buran.

Antonov 225 Mriya Foto Ukraine Kiev Tour..

Con l’inizio del nuovo millennio l’esigenza di trasporto di carichi eccezionali aveva riabilitato il potenziale del velivolo. La domanda negli anni era costantemente aumentata, tanto da rendere un solo esemplare non sufficiente per soddisfare tutte le richieste. Sicuramente la perdita di un velivolo, seppur così unico, non è minimamente paragonabile agli orrori della guerra. Un pensiero però deve essere comunque fatto: distruggere un velivolo così carico di storia, anche per la stessa Russia, equivale a voler cancellare ciò che è stato. Di fatto rappresentava le aspirazioni e le capacità di un popolo.

Fabio Gigante

 

 

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button