Prendo quotaPrimo Piano

Trapani Birgi: prima donna al comando del 18° Gruppo Caccia Intercettori

Per la prima volta nella storia del 18° Gruppo Caccia Intercettori del 37° Stormo dell’Aeronautica Militare, il comando è stato assunto ieri da una donna. Il Magg. Ilaria Ragona ha preso il posto del Magg. Davide Marrandino. La cerimonia di passaggio è avvenuta all’interno di uno degli hangar della base di Trapani-Birgi, preceduta dal tradizionale e spettacolare “cambio in volo”, alla presenza del colonnello Moris Ghiadoni, Comandante del 37° Stormo.

Il Magg. Ilaria Ragona com.te del 18 Gruppo Foto Aeronautica Militare

Ghiadoni ha voluto rendere merito al comandante uscente per l’encomiabile lavoro svolto nell’ultimo anno: un periodo caratterizzato da sempre maggiori impegni operativi per lo Stormo e per il Gruppo Volo, sia in Italia, sia all’estero. Alla neo comandante ha detto: “Oggi ti viene affidato uno degli incarichi più gratificanti ed entusiasmanti che la Forza Armata possa assegnare ad un ufficiale pilota. Sii fiera ed orgogliosa, te lo sei ampiamente meritato. I compiti che ti accingi a svolgere sono gravosi, irti di difficoltà e di imprevisti, ma so che potrai far affidamento al grande senso d squadra e allo spiccato spirito di corpo che caratterizzano il 18° Gruppo per superare qualsiasi ostacolo. Sono più certo che il personale del 18° garantirà anche a te l’incondizionato e generoso supporto che ha sempre dimostrato finora ai suoi comandanti”.

Magg. Ilaria Ragona Com.te del 18 Gruppo Foto Aeronautica Militare

Ilaria, padovana d’origine, classe 1983, “fin da bambina, quando vedevo passare gli aerei militari, – ha commentato il neo comandante – ho sempre sognato di poter fare questo lavoro. Sono quindi cresciuta con questo obiettivo e finalmente, dopo la scuola superiore, ho tentato il concorso per l’Accademia Aeronautica riuscendo ad entrare nel 2002 con il corso Centauro V”.  Da lì, la scuola di volo a Latina e gli studi universitari presso l’Accademia dell’Aeronautica a Pozzuoli (NA). Successivamente alla laurea, il suo percorso è proseguito negli Stati Uniti, in Texas, alla scuola di volo ENJJPT (Euro-NATO Joint Jet Pilot Training), dove ha conseguito il brevetto di pilota militare per essere poi assegnata al 4° Stormo di Grosseto. Al suo attivo 1.300 ore di volo sui caccia Eurofighter. “Uomini e donne del 18° Gruppo – ha detto il Magg. Ragona – quello che sono qui oggi a chiedervi è lo stesso impegno, la stessa dedizione e la stessa tenacia che avete messo nelle sfide che fino ad oggi avete affrontato e brillantemente superato. Mi piace pensare al 18° Gruppo come ad un orologio perfetto, – ha dichiarato il Magg. Ragona, – dove anche il più piccolo ingranaggio è fondamentale per muovere un meccanismo che occhi esterni giudicano complesso e difficile”.

Magg. Davide MARRANDINO – Comandante Uscente Foto Aeronautica Militare

Nel suo discorso di commiato, il maggiore Marrandino, ha rivolto un ringraziamento al personale schierato: “In questi dodici mesi voi avete lavorato in silenzio, a testa bassa, di giorno e di notte, sotto il sole o con la pioggia e il vento, senza clamori e senza lamentele, e per questo vi ringrazio. Non ci siamo mai persi d’animo per la pochezza delle risorse con cui spesso abbiamo dovuto operare, consci che l’affiatamento e lo spirito di servizio potessero fare la differenza… e l’hanno fatta!”. Marrandino ha infine augurato al nuovo comandante “un futuro ricco di felicità, gioie e soddisfazioni alla guida dei Brandy (nominativo utilizzato dai piloti del 18° Gruppo)”.

Il 18° Groppo Aeronautica Militare Foto Giovanni Colla

Il 18º Gruppo caccia intercettori, equipaggiato con gli F 2000 Eurofighter, è un gruppo di volo che fa parte del 37° Stormo dell’Aeronautica Militare, la cui missione operativa è partecipare, in concorso con le altre forze armate, alla difesa del territorio e delle acque territoriali, a salvaguardia da eventuali attacchi aerei, navali e terrestri, sotto il coordinamento del Comando Forze da Combattimento. È uno dei gruppi storici dell’Aeronautica militare, costituito da oltre 100 anni.

Fabio Gigante

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button