CronacaPrimo Piano

SPACCIATORE NIGERIANO BEN INTEGRATO ARRESTATO A BALLARO’

Addosso allo straniero sono stati rinvenuti e sequestrati 500,00 euro circa, 4 carte post pay e due telefoni cellulari

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO SPACCIATORE NEL CUORE DI BALLARO’

 

 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un cittadino nigeriano di 32 anni, regolarmente residente in territorio nazionale, poiché responsabile del reato di spaccio di stupefacenti.

Lo straniero è stato sorpreso nel corso di un’attività di spaccio realizzata, a cielo aperto, in via G.Verga.

La cessione di stupefacente dello straniero ad un acqurente palermitano è stata distintamente notata da una pattuglia di “Falchi” della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile di Palermo.

Gli agenti hanno finto di essere turisti ed in questo modo sono riusciti ad osservare con discrezione le movenze e gli atteggiamenti sospetti di uno straniero che sembrava stazionare sulla pubblica via senza un apparente motivo e cogliere gli elementi di un’attività di spaccio.

Subito dopo la cessione di quello che si sarebbe accertato essere un grammo e mezzo di cocaina, gli agenti si sono divisi: alcuni hanno seguito l’assuntore, lo hanno fermato e verificato l’illecito acquisto, un secondo gruppo è rimasto ad osservare lo straniero ed è entrato in azione subito dopo un segnale di riscontro avuto dai colleghi.

Addosso allo straniero sono stati rinvenuti e sequestrati 500,00 euro circa, 4 carte post pay e due telefoni cellulari.

Lo spacciatore è stato arrestato, l’acquirente segnalato in Prefettura come assuntore.

I servizi, in questo ed altri quartieri cittadini, proseguiranno senza soluzione di continuità.

Articoli Correlati

Un commento

  1. ew131 camionista ingiurioso, petronilli minacciatori, calamiggnatto 58, il puffo fortuto insulso ha detto:

    mi spaventano maggiormente i ben integrati che i disadattati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button