Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Siglato un accordo tra Teatro Biondo e Amat per la mobilità sostenibile

Sconti e agevolazioni per raggiungere la zona a traffico limitato e per usufruire del bike sharing e del car sharing

In occasione dell’avvio della nuova stagione al Teatro Biondo, il sindaco di Palermo
Leoluca Orlando, l’assessore alla Mobilità Giusto Catania, l’assessore alle CulturE
Mario Zito, il presidente dell’AMAT Michele Cimino e il direttore Domenico
Caminiti, il presidente del Teatro Biondo Giovanni Puglisi e la direttrice Pamela
Villoresi hanno presentato una nuova convenzione stipulata tra l’AMAT e il Biondo.
L’accordo, finalizzato a incentivare, nell’attuale periodo di emergenza sanitaria, l’afflusso di
spettatori attraverso strumenti di mobilità sostenibile, prevede che gli abbonati AMAT
assistano agli spettacoli teatrali con sconti sui biglietti dei singoli spettacoli e sugli
abbonamenti alla stagione, e che gli spettatori del Biondo usufruiscano di tariffe agevolate per
accedere all’area Ztl e di sistemi di mobilità alternativa come il bike sharing e il car sharing,
per i quali il Comune attiverà appositi stalli di sosta in prossimità del teatro.
Per il sindaco Leoluca Orlando, «l’accordo fra Amat e Teatro Biondo è incontro fra culture.
Perché oggi la promozione e il sostegno alla mobilità sostenibile per lo sviluppo delle
comunità è prima di tutto promozione di un cambiamento culturale. Perché oggi sostenere e
incentivare l’attività dei teatri è frutto di una visione che ha nella cultura uno dei motori dello
sviluppo. Sono grato tanto alla Direzione del Teatro quanto ai vertici di Amat per un passo
che indica da parte di entrambi una visione di futuro che è oggi indispensabile elemento di
speranza».
«L’accordo tra Amat e Teatro Biondo – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità Giusto
Catania – è un segnale importante nel segno della mobilità sostenibile e dimostra come la
collaborazione tra soggetti diversi, tra il mondo della cultura e il settore dei trasporti, può
creare sinergie per condividere percorsi di utilizzo del centro storico di Palermo. Che questa
modalità sia da esempio per strutture private, aziende, imprese che agiscono e vivono nel
territorio così da stipulare convenzioni con Amat che abbiano un’unica finalità: garantire la
limitazione dei flussi veicolari privati e una migliore gestione degli spazi urbani».
Secondo Michele Cimino, presidente dell’Amat, «la collaborazione con il Teatro Biondo
evidenzia come nella nostra città la condivisione di valori civici imprescindibili come la
cultura e la mobilità, costituisce la strategia vincente per definire un modello che sia di

riferimento soprattutto per i giovani. Ringrazio il management del Teatro Biondo per aver
dato ad Amat l’opportunità (oltre a quella di ampliare la platea dei clienti del car sharing) di
attuare iniziative alle quali giornalmente la stessa Azienda si ispira».
«La collaborazione tra il Teatro Biondo e l’Amat – ha dichiarato il presidente del Teatro
Biondo Giovanni Puglisi – conferma la volontà di creare una rete di sinergie in città che
favorisca la fruizione dell’offerta teatrale da un lato e l’affermarsi di una nuova cultura della
mobilità dall’altro. L’esperienza del teatro travalica i confini dell’edificio che ospita gli
spettacoli; comincia prima, nelle abitazioni di chi decide di vivere questa esperienza e nella
città che questo edificio ospita; per questo un progetto sul futuro sostenibile deve tenere conto
di queste sinergie e di un’idea comunitaria dell’esperienza teatrale».
«Siamo felici di annunciare questa alleanza – ha detto la direttrice del Teatro Biondo
Pamela Villoresi – che dimostra come la nostra città prosegua nella direzione di una
condivisione virtuosa di risorse e progetti. Un sistema che ha dato i suoi frutti nell’anno di
Palermo Capitale della Cultura e che procede nel segno di altre iniziative di arte a cultura,
come la Capitale del libro. Grazie alla collaborazione con Amat, i nostri spettatori potranno
accedere più facilmente nella zona a traffico limitato, potranno scegliere sistemi di trasporto
alternativi come il car sharing e il bike sharing o usufruire dei mezzi elettrici».

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Related Articles

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com