A pranzo da PinoPrimo Piano

A pranzo da Pino con uno speciale sfincione

(di Pino il cuoco) oggi vi racconterò lo sfincione dei muri di San Vito

Buongiorno amici dal vostro cuciniere Pino

Oggi ci dedicheremo allo sfincione dei muri di San Vito

Breve cenno di storia dello sfincione dei muri di San Vito.
Da piazza G verdi tra il civico 24/25 c’è una strada via mura di san Vito che vanno a finire dietro il tribunale che prima cera il bastione della citta al interno cerano dei forni dei sfinciunari ( fornai che facevano lo sfincione )e focacce x il pane con la milza infornavano con la muscaghia ( segatura di legno)in modo che il forno non superava alte
temperature arrivava sui 160 /180 gradi così lo sfincione veniva alto e croccante e pure le focacce
Storia del sfincione di San Vito veniva fatto alto croccante ed era bianco senza tomate così chiamato dai spagnoli il pomodoro lo portarono gli spagnoli attorno il1519/1521 ma l’uso gastronomico avvenne attorno 1700 /1800 la scoperta del America o delle indie e fu aggiunto al condimento e diventò rosso
Breve storia chi inventò la pizza i napoletani o i palermitani.

I palermitani bianca i napoletani rossa

😍
Ingredienti
Kg 1 farina
Gr 50 sugna
Gr 30 zucchero
Gr 15 sale
Gr 40 lievito di birra
Impasto morbido riposo 1 ora ogni 20 minuti sgonfiatelo
Ingredienti x condimento
4 Cipolle gialle acciughe caciocavallo olio extravergine origano pan grattato sale pepe vedi foto
Tagliate la cipolla a filo mettete gli ingredienti acciughe caciocavallo origano Pan grattato poco sale pepe olio extravergine un po d’acqua e girate vedi foto
Stendete l’impasto in una teglia da forno oliata al fondo mettete il condimento e fate lievitare il doppio di più si meno no spolverate con caciocavallo e pan grattato e infornate a 180 gradi x circa 50 minuti deve uscire dorato

Se non siete pronti per mancanza di tempo passate dalla Trattoria del Massimo e ci penserò io.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button