CronacaPrimo Piano

Ripopolare la Sicilia con i profughi afghani è l’ultima di Orlando. Dia l’esempio ospitandone almeno uno nella sua grande casa

L'intervento di Gelarda non si fa attendere

Gelarda: Orlando vuole ripopolare la Sicilia con i profughi afghani. Perché non va a fare il sindaco a Kabul?

 

In risposta alle dichiarazioni del sindaco Orlando, battute da alcune agenzie, nelle quali il sindaco afferma di voler ripopolare i Borghi disabitati siciliani con i profughi afghani arriva l’intervento del capogruppo della Lega a Palazzo delle aquile Igor Gelarda

“Siamo ormai all’evidente delirio politico di un uomo che farebbe meglio a ritirarsi a vita privata piuttosto che continuare a sparare cose assurde. Sono di poche ore fa le dichiarazioni del sindaco Leoluca Orlando che dice che potremmo ripopolare i Borghi disabitati della Sicilia con i profughi afghani.
È forse questo l’amore del sindaco, disgraziatamente anche Presidente dell’anci Sicilia, che piuttosto che pensare a un rientro dei siciliani emigrati e ad un rilancio complessivo e turistico dell’isola vuole ripopolare la nostra isola
con migranti? Alcuni dei quali, magari, come accaduto in Francia, con collegamenti con terroristi ? L’ Aiuto a donne e bambini afghane è doveroso, ma il ripopolamento lo si fa nelle riserve.
Orlando ha detto chiaramente quello che vuole fare la sinistra italiana da tempo, farci invadere per colonizzarci. Il Sindaco di Palermo parla a suo nome e di una sparuta minoranza radical-chic che non sa più Su quale pianeta vive, non certo dei palermitani e dei Siciliani. Si proponga lui piuttosto, se gli sta tanto a cuore la questione, come sindaco di Kabul.
Orlando sta rendendo un deserto anche la città che amministra, forse, anche in questo caso, per proporre domani una ricolonizzazione con stranieri.
I palermitani sono accoglienti, ma hanno altre priorità. Come vivere e sopravvivere a un sindaco che è il peggiore d’Italia- conclude Gelarda “

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button