PoliticaPrimo Piano

Palermo, Ferrandelli: mia mozione di sfiducia a Catania gode di un largo consenso

[COMUNE] [MOZIONE SFIDUCIA ASSESSORE CATANIA] [FERRANDELLI +EUROPA]: “SODDISFAZIONE SU VOTO A MIA MOZIONE SFIDUCIA, UN CHIARO SEGNALE POLITICO A NOME DEI PALERMITANI STANCHI E VESSATI”

 

PALERMO, 8 giugno 2021 – “Sono soddisfatto del voto ampio alla mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore Giusto Catania – questo l’annuncio del leader di Più Europa Fabrizio Ferrandelli.

 

La mozione poggia su diversi punti di criticità e di mancato rispetto istituzionale. L’assessore Catania , infatti, mostra assenza di dialogo e confronto democratico con l’organismo consiliare, glissando nei fatti la possibilità di un percorso condiviso che possa, con atti deliberativi e strumenti propri dell’organo, affrontare e risolvere definitivamente importanti problemi.

 

La questione più recente, in ordine di tempo, riguarda la sospensione della Ztl in sfregio alla deliberazione del consiglio e delle richieste corali dei commercianti.

Indicazione che l’assessore ha disatteso emanando d’imperio un suo provvedimento.

 

Il tutto senza considerare le altre criticità bene note alla cittadinanza che riguardano l’insostenibilità del traffico cittadino da ponte Corleone passando in via Belgio, dalla Cala per arrivare alla Fiera del Mediterraneo. Un vero incubo quotidiano.

 

Altrettanta preoccupazione registriamo in merito alla gestione del trasporto pubblico in città.

Si constata, infatti, una sensibile riduzione delle corse e un preoccupante disequilibrio nei conti dell’azienda in questione.

 

A queste puntuali contestazioni seguono continue offese alla cittadinanza da parte dell’assessore Catania, squalificando il ruolo che riveste.

 

Oggi arriva dall’aula una sfiducia politica che è un segnale inequivocabile di bocciatura sulle sue politiche e sulla capacità gestionale, a salvaguardia del rispetto istituzionale che merita l’organismo di pianificazione e controllo. Ci sono voluti anni per questo voto, ma meglio tardi che mai – conclude Ferrandelli.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button