CronacaPrimo Piano

Palermo: ai Rotoli non più solo bare accatastate, c’è tutto il degrado possibile e l’amministrazione comunale latita

Dichiarazione della Lega Palermo, Gelarda - Luparello

Gelarda-Luparello : Rotoli non solo bare accatastate, ma sfabricidi abbandonati e spazzatura fra le sepolture. Orlando non vede?”

 

Ecco il video

“Il cimitero dei Rotoli è ormai tristemente famoso in tutto il mondo per le quasi 1000 bare accatastate senza degna sepoltura. Ma questa non è che la punta dell’ iceberg di un sistema in abbandono e incuria complessivo che è purtroppo quotidiano.”
Lo dichiarano Igor Gelarda, capogruppo della Lega a Palermo ed Elisabetta Luparello responsabile Provinciale lega giovani , che nei giorni scorsi hanno visitato ancora una volta l’area documentandone lo stato di degrado.
“Nei campi di inumazione si trova di tutto – affermano – a cominciare da resti di sfabricidi e lapidi provenienti da vecchie sepolture dismesse, detriti vari e immondizia lasciata, sembra a casaccio, un po’ ovunque, anche fra i viali principali. Tutto questo, oltre ai segni del passaggio dei cinghiali, di cui si è già parlato.
Sembra quasi che in molti, a partire dal Sindaco e da chi deve curare la gestione del cimitero, abbiano dimenticato che sotto quella terra riposano, o meglio dovrebbero riposare i resti mortali di esseri umani, di nostri concittadini che non meritano, come non lo meritano le loro famiglie, questa inaccettabile situazione.
Mentre Orlando continua a vaneggiare, parlando di situazione in miglioramento, per l’ennesima volta lo invitiamo a visitare il cimitero, a rendersi conto di persona della realtà dei fatti.
In una città normale e con un sindaco politicamente civile, ci sarebbero già state le dimissioni, ma almeno finché è in carica, Orlando non continui a fare lo struzzo e venga immediatamente ai Rotoli a constatare con i propri occhi in che condizione ha abbandonato i defunti di Palermo concludono Gelarda e Luparello .”

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button