Primo Piano

L’imbarazzante foto che ritraie DI MAIO che se la gode in spiaggia mentre in Afghanistan scoppiava il caos

Ci dispiace tanto a chi non crede all’attasso o alla sfiga  o ai portatori di malefici.

 

Ecco un esempio di sfiga allo stato solido o una fortuna allo stato liquido. A seconda di come la guardi.

Questa foto in effetti lo è. Pensiamo sia più una sfiga allo stato solido che ha colpito da qualche tempo Luigino Di Maio, il condonato ministro del Governo Draghi. La foto condivisa sui social da Nicola Danti, europarlamentare di Italia viva (per botta di culo), in cui ritrae il ministro degli Esteri Luigi Di Maio tranquillamente preso da conviviali piaceri con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e con l’on. Francesco Boccia, ex ministro per gli Affari regionali e le autonomie. Cosi come riporta il Quotidiano di Puglia, i tre politici si godono la vita nel giorno di ferragosto mentre in Afghanistan arrivava l’occupazione  e la presa del potere dei talebani e lo scappa scappa di tutto l’occidente.

La foto degli sfigati è diventata immediatamente virale su tutti i social, anche quelli extra terrena, di Marte e altrettante sono state le reazioni scaturite dal quadretto del ” tris di ferragosto” che si godono il mare mentre gli italiani a Kabul tentavano di  rimpatriare.

Ecco alcuni post che ridicolizzano il trio e DI MAio in particolare:  Carlo Calenda, leader di Azione! “Ma meno male che questo trust di cervelli è al mare nell’impossibilità di fare danni. Sono i benefici del Ferragosto. Lasciamo le cose come stanno“.

Anche sulla pagina di Renzi è scoppiata la “DI Maio commedy” dal titolo “chi più ne ha più ne metta.

La Signora Franca  per fare un esempio ”

 “Ora abbiamo toccato il punto più basso della politica, consiglio al bibitaro di restare i quella posizione e non muoversi più da lì, tanto c’è o non c’è è la stessa cosa”

Ecco questo è l’altro punto di veduta sulla “sfiga” da parte della Signora Franca che invece la intende come FORTUNA ALLO STATO LIQUIDO.

…e potremmo continuare fino a notte tarda poichè l’Italia è lagnusa da altri punti di vista, ma quando c’è da criticare, specie chi della rivoluzione dell’onestà e del giustizialismo ne ha fatto la propria fortuna, possiamo chiudere dicendo che “La fortuna è cieca; ma la sfiga ci vede benissimo”.

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button