Ambiente e TerritorioPrimo Piano

Identità e policy: Infrastrutture e servizi nei territori periferici e nelle aree interne

Ne parlano Vincenzo Provenzano, Daniele Ronsivalle e Santo Giunta di UniPa

Domani martedì 21 dicembre, alle 16.30, sulla piattaforma zoom è previsto un incontro su “Infrastrutture e servizi nei territori periferici e nelle aree interne”, ne parleranno Vincenzo Provenzano, Santo Giunta e Daniele Ronsivalle, docenti dell’università degli studi di Palermo.

Uno degli obiettivi della video conferenza, organizzata dall’Associazione GAM – Politiche per i territori e dall’ASAEL (Associazione siciliana amministratori enti locali), è la redazione di un documento sullo sviluppo sostenibile nelle aree periferiche ed interne secondo alcune delle linee guida dei 17 Obiettivi (17 Goals to Transform our World), fissati nel 2015 dall’assemblea generale dell’Onu.

A parlare i docenti dell’università degli studi di Palermo: Vincenzo Provenzano, professore in scienze economiche, statistiche ed aziendali che interverrà su “Il terzo settore produttivo nel suoi aspetti economici e socioculturali”; Daniele Ronsivalle, docente in strategie e servizi per lo sviluppo territoriale Urban Design su “Infrastrutture di connessione e collegamento, pianificazione e programmazione per i territori periferici e le aree interne” e Santo Giunta, professore in composizione architettonica e urbana – Architectural and Urban Design, relazionerà su “Progetto e comunicazione del service design”.
Le conclusioni sono state affidate a Francesco Nicoletti, assessore alla “Crescita Territoriale” del Comune di Caltanissetta, promotore del “Primo Parce Mondiale Policentrico e Diffuso dello Stile di Vita Mediterraneo” della Sicilia centrale.

Interverranno il presidente dell’ASAEL Matteo Cocchiara, introdurrà Antonio Giovanni Minutella, socio dell’Associazione GAM.

L’incontro sarà moderato dal giornalista del quotidiano “La Repubblica”, Ivan Mocciaro.

“Con il presente seminario – dichiara il presidente dell’Asael Matteo Cocchiara – vogliamo contribuire al rilancio delle microeconomie in tanti territori del nostro interno siciliano per agevolare ed indirizzare l’avvenire delle giovani generazioni. Sono 195 i Comuni siciliani “annoverati fra gli svantaggiati in quanto definiti marginali e con un alto tasso di spopolamento” e servono politiche che, nel fare interventi assistenziali nell’immediato, nel contempo richiedano alla classe dirigente del paese strategie e adeguata progettualità per un rilancio nel campo socio-economico. Supportare la trasformazione fisica del territorio con l’impiego delle risorse culturali sociali ed economiche associate ai settori del terzo settore produttivo – conclude Cocchiara – ma anche costruire una cultura della programmazione nelle attività di policy capace di produrre progettualità e visioni per i territori che si sviluppano nel medio e lungo periodo”.

 

Per informazioni e iscrizioni scrivere alla mail asaelpait@gmail.com.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button