Primo PianoSalute e Benessere

Gli adolescenti e l’autolesionismo: la parola all’esperto 

Autolesionismo, suicidio, ferimento del corpo e della psiche: tutte espressioni non funzionali dell’Esistere, sia in quanto annullamento del Sé ferito al fine della cessazione di un inenarrabile dolore di vivere, che come autoaffermazione disfunzionale dello stesso Sé attraverso il ricorso a sfide estreme, competizioni autosabotatrici, come accade nelle famose challenges di Tik Tok, a esito fatale, in taluni casi.

Questi i temi chiave in quanto allarmanti  comportamenti estremi di un’adolescenza sofferente e moderna come la tecnologia e la tecnodipendenza. Questi i contenuti del nuovo appuntamento mediatico con la dottoressa Angela Ganci, noto psicologo psicoterapeuta palermitano, in un’intervista che si preannuncia interessante e fitta di stimoli, e che si terrà martedi 22 giugno 2021, a partire dalle ore 19,30 sulle frequenze di RadioMiaBari, all’interno della Rubrica Petali di medicina, organizzata dall’associazione il Quadrifoglio Rosa onlus, diretta dal dottor Giuseppe Imbornone per la conduzione magistrale di Cinzia Tattini.

Un’emergenza sanitaria dentro la già gravosa emergenza pandemica, quella del suicidio e dell’autolesionismo, che interessa parte del mondo giovanile di oggi, e che si può forse arginare attraverso il ricorso a una capillare  informazione di massa, mirante alla prevenzione del disagio giovanile, a partire dalla scuola dell’obbligo, che preveda specifici percorsi di limitazione dell’accesso alla Realtà fittizia della Rete.

Per gli interessati a seguire la diretta mediatica è possibile collegarsi al link della Radio http://www.radiomia.net/ e porre domande allo psicologo attraverso il numero +39 347 580 4214, sia prima che durante la diretta stessa.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button