Economia e LavoroPrimo Piano

GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO 2021 PUNTA SU “Il Turismo per la Crescita Inclusiva”

“Il Turismo per la Crescita Inclusiva” è il tema della

GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO 2021

E lo Skal Palermo rivolge l’invito: “Il coraggio di agire per vivere e non sopravvivere”

 

Palermo, 27 settembre 2021 – “Il coraggio di agire per vivere e non sopravvivere”. Questa l’esortazione conseguenziale al messaggio “Il coraggio di non avere paura” lanciato lo scorso anno dallo Skal International e dal Distretto 108Yb Sicilia dei Lions in occasione delle celebrazioni per la Giornata mondiale del Turismo 2020, e successivamente condiviso dal Multidistretto Lions Italia.

I sodalizi della società civile, sempre attenti alle dinamiche delle realtà territoriali e sociali, messe a dura prova dalla tragedia generata dalla pandemia, provano a fare sentire nuovamente la loro voce a sostegno degli operatori turistici ed economici. E lo fanno alla vigilia di una nuova stagione turistica che, supportata dalla campagna di vaccinazione e dall’introduzione del green pass, potrebbe far segnare una prima ripresa al comparto turistico siciliano, nazionale e mondiale. Lo fanno, ancora una volta, in occasione della Giornata Mondiale del Turismo, inserita a pieno titolo nel programma di TRAVELEXPO Borsa Globale dei Turismi, che si svolge dal 25 al 27 settembre al CDS Hotel Città del Mare di Terrasini, nell’area metropolitana di Palermo.

La pandemia da coronavirus ha infatti lasciato il segno non solo per l’emergenza sanitaria che tanti lutti ha generato, ma anche per la conseguente crisi economica e sociale in cui si è evidenziata la fragilità del sistema Paese, debole nelle sue infrastrutture, ma più forte nella convinzione che, nonostante emergenze, e contraddizioni, sia giunto il momento di ripartire, di rimboccarsi le maniche e di rimettere in moto l’economia di un Paese piegato ma non spezzato e che vuole recuperare credibilità e identità nazionale puntando su antichi e sani valori mai sopiti. Un percorso auspicato da Papa Francesco, indicato dal Presidente Mattarella, perseguito dal Presidente Draghi.

Un appello che non può rimanere inascoltato ma che va trasferito in azioni concrete partendo proprio dal turismo, da sempre considerato la cenerentola dei settori, ma che in quest’ultimo triennio è stato finalmente percepito come settore economico produttivo veramente democratico, in grado di distribuire equamente, ma proporzionalmente alla rispettiva capacità imprenditoriale e professionale, ricchezza diffusa.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button