Economia e LavoroPrimo Piano

Donazione UniCredit alla Cooperativa BenEssere per progetto a favore di soggetti fragili con terapia integrata animali e natura

La realizzazione di un progetto per anziani e adulti in  condizioni di disabilità con una terapia integrata animali e natura da parte della  Cooperativa onlus BenEssere è stata resa possibile grazie alla donazione
di UniCredit.


La Cooperativa BenEssere si è costituita a Nicosia (En) nel 2016 e realizza interventi  assistiti con gli animali, a carattere educativo e riabilitativo. Da poco più di un anno la  Cooperativa è entrata a far parte dell’AT.S. Maredolce che è concessionaria per i  prossimi anni dell’Area del Castello di Maredolce nel quartiere Brancaccio a Palermo.
Il progetto della Cooperativa BenEssere, realizzato grazie alla donazione di UniCredit,  tiene conto delle esigenze degli anziani e dei giovani disabili smarriti e destabilizzati  dagli effetti della pandemia che sta acuendo ulteriormente il distanziamento sociale che  colpisce i soggetti più fragili. In dettaglio sono previsti tre laboratori al mese incentrati  sulle co-terapie integrate animali e natura, quali IAA (interventi assisti con gli animali),
orto-terapia, danza-movimento-terapia, yoga-terapia, all’interno del giardino degli  agrumi della zona verde annessa al parco del Castello Arabo-Normanno di Maredolce.
“La donazione di UniCredit – ha sottolineato Salvatore Malandrino, Responsabile  Regione Sicilia di UniCredit Italia – è stata resa possibile grazie a UniCreditCard Flexia  Etica, collegata ad un progetto etico. La carta etica prevede che il due per mille delle  spese effettuate dai clienti vada ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare  della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a diverse iniziative e  progetti di solidarietà portate avanti da organizzazioni senza scopo di lucro, che si  prefiggono obiettivi socialmente utili. Dal 2011 ad oggi, attraverso la nostra carta etica,  la banca ha assegnato in Sicilia oltre 1 milione 900 mila euro a 180 onlus che operano  nell’isola”.
“Con il contributo di UniCredit – sottolinea Paolo Lo Bue, Presidente della Cooperativa  BenEssere – siamo riusciti a dimostrare che la relazione di scambio tra le persone e gli  animali contribuisce al benessere reciproco dell’uomo, dell’animale e dell’ambiente. La  finanza etica riesce in tal modo a contribuire allo sviluppo integrale dell’uomo, alla  salvaguardia dell’ambiente e al benessere animale”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button