Economia e LavoroPrimo Piano

Disability&Social Housing, il Progetto di UniCredit a supporto della disabilità e dell’housing sociale

Continua in Sicilia il lavoro incessante di UniCredit sul territorio ricordiamo fra le poche aziende con sede fuori dall’isola che versa nelle casse della Regione le imposte pagate dalla banca all’erario.

Un riconoscimento alla Sicilia di una parte dei tributi annuali  versati dall’Istituto di credito per i redditi prodotti nell’Isola, così come prevede l’articolo 37 dello Statuto siciliano.

L’opera meritoria di prossimità  di  UniCredit scrive una nuova pagina donando  350 mila euro a 7 Organizzazioni del Terzo Settore presenti sull’intero territorio nazionale. In Sicilia la donazione è stata effettuata a favore dell’Associazione la Casa di Toti Onlus di Modica UniCredit supporta i piani a impatto sociale rilevante promossi da organizzazioni del terzo settore operanti in tutto il territorio nazionale, donando 350 mila euro a sette realtà che operano su tutto il territorio nazionale.

L’emergenza Covid-19 ha generato significative ricadute soprattutto in ambito sociale, che hanno principalmente coinvolto le fasce di popolazione che già vivevano in condizioni di bisogno, di povertà, di isolamento o malattia. Le categorie più fragili hanno risentito maggiormente degli effetti della pandemia in particolare quelle che si trovavano in uno stato di isolamento familiare residenziale. UniCredit, da sempre al fianco degli individui e delle famiglie in difficoltà, ha selezionato sette realtà del terzo settore che da tempo forniscono supporto alla disabilità in varie forme, quali: formazione scolastica e professionale, inserimento lavorativo e housing sociale, come: albergo etico, centri diurni, case-famiglia, case di accoglienza e centri di formazione professionale.

Le Organizzazioni selezionate sono:

  • Fondazione Opera Don Calabria – Don Luigi Pedrollo di Verona, per il Progetto di accoglienza abitativa del Centro Polifunzionale di via San Marco 121, destinato alle persone adulte con disabilità e alle loro famiglie che offre un’opportunità di emancipazione ai soggetti con disabilità al fine di renderli “protagonisti” della loro vita;
  • Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone (Milano), per il Progetto di housing sociale “i Borghi per l’abitare” destinato a persone e famiglie fragili (disabili, con disturbi del comportamento e anziani con malattie croniche), allo scopo di mantenere le autonomie in un contesto protetto;
  • Cooperativa Sociale San Donato di Torino, per il Programma “Prospettive di autonomia” che intende accompagnare le famiglie nell’affrontare i primi passi verso l’autonomia dei giovani adulti con disabilità;
  • CavaRei Impresa sociale di Forlì, per il Progetto di housing sociale “Home IN&OUT” per favorire l’autonomia delle persone con disabilità a domicilio e nelle attività quotidiane;
  • Anfass Roma, per il Progetto sul Dopo di Noi “Vado a vivere … a casa mia!” con l’avvio del Gruppo Appartamento di Via Gino Coppedé a Roma;
  • Cooperativa Sociale l’Orsa Maggiore di Napoli, per il progetto “Hub Sole” con percorsi di formazione e inclusione lavorativa a favore di persone con disabilità;
  • Associazione la Casa di Toti Onlus di Modica (Ragusa),  per il Progetto “Gioia a Casa di Toti”, un percorso di abilitazione al lavoro per ragazzi disabili volto all’acquisizione di competenze correlate al settore turistico e dell’accoglienza che ne favorisca l’integrazione socio – lavorativa.

Casa di Toti è un esempio di Social Housing  per 7 ragazzi neurodiversi a Modica (RG), accanto ad un B&B  Etico, dove i ragazzi Speciali da fruitori di un servizio, assistiti da tutor, ne divengono gestori.

Muni Sigona, Presidente dell’Associazione la Casa di Toti Onlus, ha sottolineato che “il progetto Gioia a Casa di Toti consiste in un innovativo laboratorio artistico occupazionale  che prevede l’attivazione di un percorso formativo multisensoriale con il coinvolgimento dei giovani ragazzi di Casa di Toti e del territorio circostante. Saranno valorizzati di volta in volta i singoli sensi (vista, udito, tatto, gusto e olfatto). Siamo felicissimi di collaborare con UniCredit Foundation ed il Gruppo UniCredit che rappresenta non solo un pilastro dell’economia siciliana, ma anche un grande supporto per tutte le entità del Terzo Settore impegnate nel sostegno ai soggetti più fragili”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com