Economia e LavoroPrimo PianoSindacato

Covisian- ITA – Almaviva, sale la protesta: occupata la sede Covisian

I lavoratori e le lavoratrici del call center dell’ex compagnia di bandiera Alitalia adesso ITA , esasperati dall’assenza di risposte aziendali , nonché della latitanza governativa , stamattina hanno occupato la sede di Covisian aggiudicataria della commessa ITA ex Almaviva, la stessa ha invitato più di 200 lettere di licenziamento dopo neanche 6 mesi di aggiudicazione della stessa , tutti si chiedono perché abbia partecipato ad una gara al massimo ribasso , licenziamenti per procura ?? e per conto di chi ?? Anche in sede di governo la clausola sociale è sotto attacco ?? in questa vertenza i lavoratori e lavoratrici Covisian e Almaviva a Palermo, lasciati soli dalle parti in causa.

Questa mattina i dipendenti del call center, dopo essersi riuniti spontaneamente in via Ugo La Malfa, davanti alla sede di Covisian, hanno occupato l’immobile esponendo dei fogli contro i vertici Ita: “Facile fare il manager di un’impresa statale con i soldi pubblici”, stop alle gare al massimo ribasso sulla pelle degli operatori .

Una mossa per protestare, dicono, contro “la totale assenza di Ita e l’incapacità del governo di portare la stessa al tavolo di confronto”.

Ci auguriamo ma allo stesso modo pretendiamo l’immediata riapertura del tavolo ministeriale , nonché l’unica soluzione possibile ovvero il rispetto di un accordo siglato in sede ministeriale che tuteli gli oltre 500 lavoratori di Covisian e Almaviva.

A renderlo noto è Claudio  Marchesini, Segretario regionale UGL telecomunicazioni in Sicilia.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Ew 131 camionisti circonvenzionatori,calamiggnatto 59,molestia mentale e del sonno industria,parolacce,minacce,rumori effrazioni ha detto:

    Hanno ingannato la legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button