CronacaPrimo Piano

CORONAVIRUS, AIELLO: “NO AL PAGAMENTO DI TARI, TARSU E ZTL PER IL 2020. IL SINDACO ORLANDO BLOCCHI

CORONAVIRUS, AIELLO: “NO AL PAGAMENTO DI TARI, TARSU E ZTL PER IL 2020. IL SINDACO ORLANDO BLOCCHI IMMEDIATAMENTE I TRIBUTI CHE I PALERMITANI DEVONO AL COMUNE DI PALERMO”

“Il 2020 deve diventare ‘l’anno bianco’ per i palermitani. La drammatica emergenza causata dal coronavirus ha messo in ginocchio migliaia di cittadini che, perdendo il proprio lavoro, non sono più in grado di pagare le tasse comunali. Quindi è necessario che il sindaco Orlando blocchi immediatamente, per l’anno in corso, qualsiasi pagamento dei tributi dovuti, e tra i primi quelli relativi alla Tari, Tarsu e Ztl”.

È quanto afferma, come primo firmatario, il vicepresidente della V Circoscrizione di Palermo, Andrea Aiello, in una mozione presentata e approvata dallo stesso consiglio circoscrizionale assieme al consigliere Francesco Stabile.

“E considerando che moltissime famiglie non hanno un reddito dipendente – ha aggiunto Aiello – è assolutamente improrogabile che il Primo cittadino si attivi per sospendere, anche, il pagamento delle bollette di gas, acqua ed energia elettrica, chiedendo per quest’ultima, l’intervento del Governo nazionale, così come quello di emanare un decreto, sempre da parte della compagine governativa, con l’obiettivo di  bloccare le segnalazioni al Crif (centrale rischi finanziari) che di fatto piegano il tessuto economico di tantissimi commercianti e artigiani impossibilitati poi a chiedere qualsiasi tipo di prestito o mutuo”.

“Abbiamo, anche, chiesto a Orlando di intervenire per far sì che diminuisca il costo degli affitti comunali e privati, nella misura del 30 per cento dei contratti stipulati, per locali commerciali e alloggi. Proposte, queste tre ultime, – ha concluso il vicepresidente Aiello – da me sostenute sotto forma di mozioni e dal consigliere Francesco Stabile, e approvate dal consiglio della V Circoscrizione a cui va il mio più sentito ringraziamento per l’ottimo e proficuo lavoro svolto”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button