Primo PianoSindacato

Banche: Fabi Sicilia, Musumeci si adoperi contro chiusura sportelli l’appello del sindacato al presidente della Regione

Diminuiscono gli sportelli bancari. La Fabi, Federazione Autonoma Bancari Italiani, sindacato piu’ rappresentativo del settore credito nella Regione e in tutt’Italia, col proprio coordinatore per la Sicilia Carmelo Raffa, chiama in causa le istituzioni “perche’ affrontino seriamente una politica per il rilancio economico nell’isola e cio’ anche per impegnare le Banche a incrementare la presenza sui territori con investimenti produttivi”.

“Il presidente della Regione, Nello Musumeci, di professione ‘bancario’ – dice il coordinatore Fabi Sicilia – lasci da parte eventuali paure forse relative ai 150 milioni di tasse versate annualmente e legittimamente alla Regione Sicilia da parte di Unicredit e togliendosi la veste del coniglio s’intesti una vera battaglia per evitare che gli istituti di credito continuino indisturbati nell’opera di smantellamento degli sportelli, lasciando il pieno deserto nei piccoli comuni”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Nello Musumeci ha fatto il suo tempo, la Sicilia è sempre più povera e inquinata. Da 5 anni il problema della netturbe invade Palermo e le grandi città. Purtroppo mancano i posti di lavoro e la gente muore di fame. Se non fosse per il reddito di cittadinanza saremo tutto dopo il post pandemia a mare. Io non lo voterò mai più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button