Primo PianoSocietà

Asian Andy lo “sleeping streamer” fenomeno del momento

Asian Andy, uno sleeping streamer 26enne da oltre un milione di iscritti su YouTube, è diventato celebre nell’ultimo periodo per guadagnare soldi solo dormendo. Nel corso di una live su Twitch ha incassato 2.300 dollari l’ora, per un totale di 16.100 dollari.

Tutto nasce da un’idea: quella di istituire una sfida in cui tutti i suoi utenti e seguaci dovevano cercare di trovare un modo per svegliarlo dal sonno, facendo delle donazioni. Chi dona denaro, infatti, ha la possibilità di attivare la cassa dello streamer e fargli sentire, spesso al massimo volume, canzoni o allarmi. Oppure dare ordini ad Alexa per far succedere qualcosa nella sua casa.

In  circa 7 ore di diretta  il ragazzo è riuscito a guadagnare una cifra davvero stellare, avvenuta grazie a donazioni continue di utenti che hanno semplicemente giocato con Andy.

Pare infatti che tale idea sia stata già sperimentata e proposta in passato da un certo Ice Poseidon che nel 2017 aveva ottenuto un guadagno di 5.000 dollari filmandosi tutta la notte. Ora è Twitch il mondo delle dirette che ospita spesso e volentieri le live di streamer intenti a dormire.

Dunque su internet ormai si può davvero organizzare di tutto, ma per farlo servono comunque delle idee nuove che riescano a stuzzicare la curiosità del pubblico, che deve in qualche modo poi essere non soltanto intrattenuto, ma anche spinto a compiere l’azione di donare i propri soldi.

Le serate passate a casa, per la situazione pandemica, portano a cercare degli svaghi e delle interazioni che diano nuove emozioni ed il web è sicuramente  un ottimo alleato contro la noia da solitudine.

Anche alcuni streamer italiani sono diventati celebri per riprendere il loro sonno ristoratore come GSkianto, classe 1995, che nelle sue interminabili maratone in diretta (durate anche 50 giorni) si fa disturbare durante la notte con le donazioni dei follower.

Più dormono, più i loro guadagni aumentano. Chiamali stupidi…

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com