PoliticaPrimo Piano

Amministrative Palermo, Decio Terrana: «Udc soddisfatto per la scelta di Fratelli d’Italia, Lagalla sindaco ideale per  Palermo 2022. Centrodestra si compatti»

«Ritengo che competenze, passione ed energie vadano canalizzate nel modo più virtuoso e produttivo, stilando programmi e piani d'intervento mirati ed oculati, al fine di gettare le basi per un processo di bonifica, riqualificazione e sviluppo del territorio»

(di redazione) Palermo, 28 aprile 2022 – Consultazioni febbrili e varie correnti di pensiero in relazione alla scelta del candidato a Sindaco di Palermo animano la coalizione di centrodestra in vista delle prossime elezioni amministrative in programma nel capoluogo siciliano il prossimo 12 giugno. Il Segretario Regionale dell’Udc, Onorevole  Decio Terrana, Responsabile Nazionale Enti Locali del partito, ribadisce la posizione dello schieramento centrista ed invita ad uno sforzo ulteriore le forze politiche alleate al fine di trovare una sollecita ed opportuna convergenza di intenti e programmi in vista di Palermo 2022.

Il tempo stringe. le criticità da risolvere e le emergenze da affrontare, per rilanciare le sorti di una Palermo svilita e mortificata da una gestione miope e lacunosa figlia di oltre un decennio di governo del centrosinistra, sono davvero molteplici. Ritengo che competenze, passione ed energie afferma il leader regionale dell’Udc in Sicilia  vadano canalizzate nel modo più virtuoso e produttivo, stilando programmi e piani d’intervento mirati ed oculati, al fine di gettare le basi per un processo di bonifica, riqualificazione e sviluppo del territorio. Bieche logiche partitiche o sterili ragioni di opportunità devono responsabilmente essere messe da parte, il candidato sindaco di un capoluogo di regione non si individua in base ad astrusi ed evanescenti effetti domino legati, tendenzialmente, al mantenimento o all’acquisizione di cariche o poltrone in sede istituzionale.

Apprezziamo in tal senso la netta e coscienziosa presa di posizione da parte di Fratelli d’Italia, che in queste ore ha annunciato il ritiro della candidatura di un soggetto di indubbia statura umana e politica come Carolina Varchi, scelta responsabile e lungimirante finalizzata ad evitare deleterie frammentazioni interne alla coalizione, creando parallelamente i presupposti per il raggiungimento dell’unità in seno al centrodestra che generi i giusti presupposti per una convincente affermazione alle prossime amministrative del 12 giugno a Palermo. L’auspicio è che anche le altre forze politiche e le liste affini alla nostra corrente di pensiero seguano la stessa scia virtuosa tracciata dal partito guidato dall’Onorevole Giorgia Meloni. In linea con quanto affermato dal Segretario Nazionale dell’Udc Italia, Onorevole Lorenzo Cesa, ribadisco che Roberto Lagalla rappresenta il profilo più autorevole, referenziato e qualificato, sotto ogni punto di vista, a svolgere brillantemente il ruolo di Primo cittadino della Palermo che verrà. L’ex assessore regionale all’Istruzione ed alla Formazione Professionale costituisce uomo e politico di inconfutabile spessore, apprezzato unanimemente in ambito accademico, sanitario ed imprenditoriale, depositario di una stima incondizionata e di un consenso crescente nell’universo dell’attivismo e della società civile. 

Da partito moderato, liberale e democratico, siamo concettualmente aperti al confronto, al dialogo ed allo scambio di vedute costruttivo, con ogni forza politica che voglia creare le condizioni per il bene della collettività. 

Tuttavia, non ci siamo mai nascosti, mantenendo linearità, coerenza e chiarezza di idee. Rinnovo il mio invito a tutti gli schieramenti di centrodestra: c’è ancora margine per sedersi attorno ad un tavolo e concertare una sintesi condivisa e ragionevole, che restituisca compattezza e slancio alla coalizione e scongiuri qualsiasi frizione o divisione interna. Ripristinare credibilità e fiducia nel concetto di politica nell’animo degli elettori è uno step imprescindibile per donare nuovamente governabilità e funzionalità alla Pubblica Amministrazione nel capoluogo siciliano, le professionalità in seno alla nostra area politica di riferimento hanno in dote tutti i requisiti per contribuire fattivamente al rilancio di Palermo nel 2022″.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button