Arte e CulturaCinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Al Sicilia Jazz Festival si continua a “macinare” grande musica. Il 17 settembre arriva Richard Bona

Ad aprire il concerto Joe Bastianich & La Terza Classe

Richard Bona, talentuoso bassista, multistrumentista e vocalist al Sicilia Jazz Festival

Un avvenimento unico con tante eccellenze artistiche promosso dalla

Regione Siciliana – Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo

 

Ad aprire il concerto Joe Bastianich & La Terza Classe

17 settembre – Teatro di Verdura, ore 21.30

 

Palermo 16 settembre. Sarà il grande artista Richard Bona, talentuoso bassista, multistrumentista e vocalist, che calcherà il palco del Teatro di Verdura per la quinta giornata del Sicilia Jazz Festival, la manifestazione frutto della collaborazione tra l’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, il Comune di Palermo, i Conservatori di Musica del territorio regionale e la Fondazione the Brass Group, ente a partecipazione pubblica (legge 1 febbraio 2006, n. 5). Il sipario si aprirà dunque venerdì 17 settembre 21.30 per l’atteso concerto della star africana. Sul palco insieme a lui salgono Ciro Manna (chitarra), Luigi Patiemo (sassofono), Antonio Muto (batteria) e Sebastiano Burgio (pianoforte e tastiere). Ad aprire il concerto Joe Bastianich & La Terza Classe, gruppo capitanato dalla celebre star televisiva di “Masterchef”. La giovane band italiana, appassionata di folk e bluegrass, nasce nel 2012 per le strade di Napoli, e approda al noto show tv americano “Music City Roots” e successivamente alla semifinale dell’edizione italiana 2016 di Italia’s Got Talent. Subito dopo l’esibizione della band, salirà sul palco Richard Bona, personaggio ben noto agli appassionati di jazz, si è oramai imposto all’attenzione generale come uno dei più originali musicisti nell’ambito di quell’area che tende ad una fusione, non di facciata, della musica africana con altre espressioni. Strumentalmente, è un vero e proprio virtuoso ma questa sua straordinaria abilità tecnica mai è fine a sé stessa essendo, piuttosto, messa al servizio dell’intero gruppo. “La musica – afferma – abbraccia le differenze e riunisce le genti cosa che non riescono a fare la politica e la religione”. Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana. Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con diversi artisti del calibro di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder.

Info programma completo www.siciliajazzfestival@live.it, info biglietteria www.bluetickets.it.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button