Ambiente e TerritorioArte e CulturaPrimo Piano

Il sindaco Lagalla a Pollina per la “pricissioni du Sinnicu”

A Pollina, piccolo borgo delle Madonie che si affaccia sul mare tra la costa palermitana e messinese nel week end appena trascorso si è svolta la festa del Santo Patrono, San Giuliano. In questo momento di difficoltà mondiale, la devozione al Santo è l’occasione per affidarsi al proprio credo e chiedere sostegno. Questa tradizione è difatti molto antica: si hanno notizie solo a partire dal 1613 quando venne donata la reliquia di San Giuliano.

San Giuliano in processione foto Fabio Gigante

Tra gli elementi caratterizzanti della festa vi sono le quattro processioni, tra cui quella “della farina” e la processione campestre con il simulacro del Santo portato tra i vicoli e viuzze dell’antico borgo al grido: “Viva San Giuliano“.

Un momento della processione del Sindaco foto Fabio Gigante

In occasione dei festeggiamenti in onore di San Giuliano, si è assistito a uno dei momenti tipici della tradizione: “A pricissioni du Sinnicu”, corteo istituzionale e popolare, guidato dal Sindaco, Pietro Musotto, che sostiene il gonfalone del Comune, consegnatoli direttamente dal parroco in uno scambio da mano a mano. La processione ha visto come capofila tutte le autorità: il Presidente del Consiglio, il Vicesindaco, l’amministrazione comunale, il Maresciallo dei Carabinieri della Stazione locale, il parroco, il Capo dei Vigili Urbani.

Due splendidi sorrisi in un momento della processione della Farina Foto di Desirée Martorana

Erano presenti poi, i rappresentanti delle associazioni locali, la Protezione Civile e numerosi cittadini accorsi per godere del ritrovato clima di festa, nel pieno rispetto della tradizione, con la classica atmosfera di solennità e alta commozione. L’evento pone Pollina al centro del territorio per un grande momento di condivisione e rappresentanza. Segno di grande riconoscimento è stata la partecipazione di autorevoli personalità politiche:

La processione del Sindaco

l’Assessore regionale Toto Cordaro, il Sindaco del comune e della Città Metropolitana di Palermo, Roberto Lagalla, i deputati regionali Edy Tamajo e Vincenzo Figuccia, l’On. Giuseppe Milazzo, eurodeputato, il Comandante della Capitaneria di Porto, il Capitano dei Carabinieri di Cefalù. Alla processione hanno partecipato con la fascia tricolore anche 22 sindaci dei comuni limitrofi e non, ex sindaci e consiglieri comunali di Palermo, rispondendo all’invito del Sindaco Pietro Musotto.

Conclusione della processione del Sindaco

“Ringrazio il Sindaco Pietro Musotto – precisa  Roberto Lagalla, Sindaco di Palermo e della Città Metropolitana – per avermi fatto conoscere questo straordinario evento in un contesto mondiale di grande difficoltà che stiamo affrontando tutti. Ringrazio tutti per la grande partecipazione di cittadini e Istituzioni”.

Fabio Gigante

 

 

 

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Petronilli minacce losca gente pregiudicati simulazione di reato e provocazioni industria cx 305 cellulari vedi tutto il giorno simulazione di reato ha detto:

    Politica che passione….

  2. I problemi di Palermo quando? Che stiamo affondando tra i liquami!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com