“Gli Invisibili” tra il mondo delle cosche e altri mondi

DIRETTA STREAMING RANDOM - Ludovico Gippetto intervista il collaboratore di giustizia Luigi Bonaventura

 

Intervista al collaboratore di giustizia Luigi Bonaventura

Palermo streaming – Nuova puntata di RANDOM la cultura è OnLine, il format in diretta streaming creato e condotto da Ludovico Gippetto, che intervisterà:

Luigi Bonaventura – collaboratore di giustizia (*)

Lillo Fiorello – avvocato penalista, Professore aggregato di Istituzioni di diritto pubblico presso l’Università degli Studi di Palermo

Giovani PUGLISI, Rettore dell’Università degli studi Kore di Enna

Diretta sulle nostre pagine FaceBook e sul canale YouTube CLICCA QUI

(*) Luigi Bonaventura (Crotone, 12 ottobre 1971) è un ex mafioso e collaboratore di giustizia italiano dal 2006, noto in passato per essere stato reggente della cosca ‘ndranghetista dei Vrenna-Corigliano-Ciampà-Bonaventura, operante nel territorio di Crotone.

A seguito della notizia di Luigi intenzionato a diventare collaboratore di giustizia il padre avrebbe deciso di ucciderlo. Il 19 settembre 2006 si sarebbe dovuto compiere il delitto, ma alla fine è Luigi a ferire il padre con un colpo di pistola all’inguine

Faccio parte della ‘ndrangheta da quando sono nato e sono stato battezzato mentre ero latitante a isola Capo Rizzuto. Ottengo la dote dello sgarro nel 2002, mentre dieci anni prima ho partecipato alla strage di piazza Pitagora a Crotone. Nel 2001 il capo del clan era mio zio Giovanni Bonaventura e fu lui in tale anno ad affidarmi la reggenza del clan, ma nel 2005 mi dissocio e nel 2007 inizio a collaborare con la giustizia. La mia famiglia è stata storicamente alleata a quella dei De Stefano di Reggio Calabria, ma nella ‘ndrangheta non c’è un capo assoluto, ma ci sono delle famiglie più importanti che dettano la linea a tutte le altre”.

Exit mobile version