Primo PianoSalute e Benessere

Visita ispettiva al pronto soccorso di Villa Sofia. Figuccia: “tempi biblici di attesa inaccettabili per i cittadini bisognosi di assistenza”

(riceviamo e pubblichiamo integralmente) L’on. Vincenzo Figuccia Deputato dell’Udc e leader del movimento CambiAmo La Sicilia: “Ieri mi sono recato al pronto soccorso di Villa Sofia per una visita ispettiva, constatando in prima persona le condizioni che vivono i cittadini bisognosi di prima assistenza.

Dall’esperienza vissuta al fianco dei cittadini, posso affermare che oggi nella città di Palermo non ti può permettere di stare male. – ”

“I tempi di attesa al pronto soccorso di Villa Sofia di Palermo, infatti, dalla fase della registrazione e conseguente assegnazione di un codice in base ad una prima valutazione superficiale delle condizioni generali a quando ti inviano a fare le prime valutazioni mediche, sono letteralmente biblici.

L’attesa diventa una gara di resistenza, – prosegue Figuccia – in cui vengono messi a dura prova i nervi di persone già provate dal malessere che, molto spesso viene amplificato dal passare delle ore, senza che nessuno intervenga.”

“Non è accettabile ledere la dignità di soggetti fragili come anziani e bambini che, si recano in quel luogo non per un mero capriccio, ma per ricevere aiuto.

Stipati in una stanza ad attendere, spesso costretti all’impiedi per ore, i pazienti subiscono un trattamento peggiore rispetto a quello riservato alle bestie – continua il parlamentare – …viene negato totalmente il rispetto della persona umana.”

“Occorre potenziare il sistema sanitario pubblico per evitare la congestione e i conseguenti templi biblici di attesa, (in sfregio al diritto alla salute dell’individuo sancito dalla Costituzione), riaprendo i piccoli presidi territoriali decentrati di pronto soccorso e al contempo potenziando le risorse umane all’interno di strutture sanitarie, ad oggi insufficienti per soddisfare le esigenze di una metropoli come Palermo.

Presenterò un’ interrogazione per fare chiarezza sulla questione e per chiedere immediati interventi, – conclude il parlamentare – al fine di migliorare il servizio di pronto soccorso di Villa Sofia ad oggi inaccettabile”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button