Sport

Vince e convince il Trapani, black out del Milazzo ad Alessandria

Pallone della Lega Pro

Trapani – Cuneo 3 – 0

Il Trapani reagisce dopo l’incredibile sconfitta a Chiavari battendo il Cuneo grazie ad una ripresa esaltante da parte degli uomini di Boscaglia. Pronti via e i siciliani sfiorano il vantaggio con Pagliarulo che non trova però il tap-in vincente dopo una punizione. Il Cuneo reagisce Martini e Fantini ma Nordi è attento e fortunato. Il Cuneo spinge forte ma il Trapani va in gol, nel miglior momento dei piemontesi: al 42° Basso, servito in area, si ritrova solo e viene strattonato da Donida. Quarto rigore consecutivo per i granata che Madonia trasforma. Il Cuneo spinge ma la prima frazione di gioco si conclude sull 1-0.

Nella ripresa il Trapani è decisamente più agguerrito, forte del vantaggio da meritare sul campo. Al 13’ Basso che realizza un gol capolavoro: destro al volo dal limite dell’area su lancio di Madonia che si insacca all’angolino. Passano meno di due minuti e l’onnipresente Madonia lancia Mancosu che, a tu per tu con Rossi, firma il 3-0. Il Trapani chiude la partita e il Cuneo non gioca più: rischia persino di subire la quarta rete con Docente.
Trapani a 9 punti dietro il Lecce (di un’altra categoria) e la Virtus Entella: se domenica scorsa il Trapani avesse giocato con intelligenza la partita avremmo parlato di un’altra classifica.

Il tabellino:

TRAPANI: Nordi, Lo Bue, Pagliarulo, Rizzi,D’Aiello, Tedesco, Caccetta, Basso, Abate (72’ Romeo), Madonia (75’ Filippi), Mancosu (80’ Docente). All. Boscaglia
CUNEO: Rossi, Passerò, Donida, Sentinelli, Ferri (60’ Di Quinzio), Di Lorenzo, Garavelli, Cristini (60’ Lodi), Martini, Longhi, Fantini (63’ Ferrario). All. Rossi
ARBITRO : Riccardo Ros di Pordenone (Hager-Ernetti)

RETI: 42’ rig. Madonia, 57’ Basso, 59’ Mancosu

Alessandria – Milazzo 5 – 1

Pochi allenamenti svolti in settimana e i continui problemi societari affossano il Milazzo: la pesante sconfitta esterna con l’Alessandria (prima in classifica con il Savona) mostra le molteplici lacune dei mamertini, offuscate solo nella reazione al vantaggio piemontese.

L’Alessandria va in vantaggio con Viviani che, con un tocco sotto porta sugli sviluppi di un corner, batte il portiere siciliano. Il Milazzo non ci sta e pareggia con Mignona (poi espulso) con un gran tiro da fuori . La partita del Milazzo, si può dire, finisce al 15° del primo tempo: l’Alessandria prende il pallino del gioco e , dopo il vantaggio di Rossi, gioca un secondo tempo tutto in discesa. dilagando prima con capitan Cammaroto, anche lui sotto porta dopo un corner, poi con Degano, che chiude un triangolo con Rossi dopo aver fatto cinquanta metri palla al piede, ed infine nel recupero con Fanucchi, lanciato dal perfetto Degano ed agevolato dalla difesa ospite. “Manita” dell’Alessandria ad un Milazzo che deve e presto uscire da questo momento difficile.

Simone Giuffrida

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com