CulturaPrimo Piano

Villa Napoli, manifestazione dedicata a Gianluca Irrera: “Gli intitoleremo la scuola”

Il secondo anno di Villa Napoli, nell’ambito della manifestazione “Palermo apre le porte”, è stata dedicata a Gianluca Irrera, il bimbo di otto anni tragicamente scomparso il 17 maggio scorso. Gianluca frequentava la scuola Ragusa Moleti e, quel tragico 17 maggio, doveva essere sul palco di Villa Napoli insieme ai compagni a festeggiare il primo anno di adozione, ma non vi arrivò. E così il pensiero è “volato” a lui, insieme a un lungo applauso: “Quel bimbo dagli occhioni dolci – dicono Annamaria Filorizzo e Antonella Gugino, responsabili del progetto intrapreso dal Ragusa Moleti – è sempre vivo nei nostri cuori e oggi è qui con noi. Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito di adottare Villa Napoli, la cultura della legalità è sempre presente nel nostro istituto – proseguono -. Quest’anno, poi, l’evento è particolarmente sentito. Oggi c’è la metteremo tutta, faremo del nostro meglio anche per Gianluca”.

Il complesso di architettura Arabo-Normanna sarà aperto alla cittadinanza fino a domenica 30 marzo. Presente all’inaugurazione la IV Circoscrizione che ha voluto con forza l’apertura della villa al pubblico “anche se per pochi giorni – dice Silvio Moncada, presidente della IV Circoscrizione – era necessario accendere i riflettori su questo bene pubblico per molti anni negato alla città, al di ed i sensibilizzare gli organi competenti a renderlo fruibile 365 giorni l’anno”. E anche in questo caso la mente riporta al piccolo Irrera. “Oggi da questo palco diamo un segnale positivo – prosegue Moncada -. Ci siamo attivati per far intitolare la scuola Ragusa Moleti a Gianluca e speriamo che a un anno da quella tragedia ciò avvenga. Manca solo l’ultimo nullaosta da parte della Prefettura che speriamo possa arrivare nei prossimi giorni”.

Un dolce ricordo è stato rivolto ad Alessandra Siragusa, a cui è dedicata l’intera manifestazione “Palermo apre le porte”, dal presidente della commissione Cultura della IV Circoscrizione, Serena Potenza: “È grazie ad Alessandra che i nostri bambini stanno imparando a conoscere i beni storici della città – dice – ed è proprio grazie a quest’iniziativa che la IV Circoscrizione può aprire insieme alle scuole, almeno una volta l’anno, questo ‘gioiello’ restituendolo alla città intera”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: