PoliticaPrimo Piano

VIABILITÀ PROVINCIALE: WORK IN PROGRESS, MANCA ANCORA IL COMMISSARIO

Facciamo il punto con Varrica e Miceli

A LAVORO PER VIABILITÀ PROVINCIALE. LE DICHIARAZIONI DI MICELI (PD) E VARRICA (M5S)

Si è tenuto nelle scorse ore un incontro in video conferenza sulle infrastrutture viarie del Palermitano, al quale hanno preso parte il sindaco della Città metropolitana di Palermo Leoluca Orlando, il deputato alla Camera e responsabile nazionale della segreteria del Pd Carmelo Miceli, il deputato M5S Adriano Varrica, il Provveditore interregionale delle opere pubbliche Sicilia-Calabria Gianluca Ievolella, la dirigente dell’Ufficio di Gabinetto della Città metropolitana di Palermo Marianna Mirto e il dirigente della viabilità Salvatore Pampalone, oltre le rappresentanze sindacali CGIL e CISL e il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi. Un incontro per dare seguito a quanto annunciato il 24 ottobre scorso, durante la consegna del primo lotto dei lavori della SP4.

 

“Il tavolo di questa mattina, – spiega il responsabile della sicurezza per la segreteria nazionale del Pd Carmelo Miceli – ha prodotto la comune volontà di lavorare ad un documento congiunto per sollecitare il raggiungimento di alcuni risultati strategici. La necessità, ormai non più rinviabile, è quella di avviare un’importante opera manutentoria che riguardi le strade provinciali, sempre più dissestate e pericolose per i cittadini che le percorrono”.

 

“In primis, quindi, – continua il deputato Dem – sbloccare la nomina del commissario straordinario per la viabilità provinciale e allo stesso tempo, assicurare le condizioni di efficienza dotando la struttura di mezzi, risorse e di professionisti competenti. Così, anche per gli uffici tecnici dell’ex provincia. Sull’area metropolitana di Palermo, di fatto, stanno confluendo una mole importante di finanziamenti, ma il problema principale della loro gestione è che oggi non c’è abbastanza personale. Per questo, se non si trova il sistema di rimpinguare le strutture appaltanti, non si risolve nulla, anche perché le procedure sono complesse. Basti pensare, ad esempio, che a fronte di 385 procedimenti di realizzazione di opere pubbliche in essere, il provveditorato può contare sul lavoro di circa 80 tecnici”.

 

“Si è trattato di un importante momento di confronto – conclude Miceli – che mette in evidenza la volontà da parte di tutti di voler lavorare congiuntamente al fine di raggiungere obiettivi importanti e di unire le forze per risolvere i grandi problemi che investono le infrastrutture siciliane, al di là degli schieramenti. Prossimo passaggio: il sindaco Orlando predisporrà una nota rivolta alla Ministra De Micheli quale primo step di un percorso che vedrà i diversi rappresentanti delle Istituzioni lavorare in sinergia”.

 

Così, a margine dell’incontro, anche il deputato del Movimento 5 Stelle Adriano Varrica: “Il tavolo di quest’oggi rappresenta un concreto sforzo di mettere in rete i vari rappresentanti istituzionali e le parti sociali per trovare soluzioni e portarle avanti. Abbiamo rimesso le ex province nelle condizioni minime per operare, le abbiamo dotate di finanziamenti pluriennali ma abbiamo bisogno di uno slancio immediato che possa aiutarci a recuperare il gap manutentivo delle strade provinciali. Il primo passaggio da fare è la nomina del commissario con una dotazione di personale e una capacità di azione adeguata al difficile compito da affrontare. Sono contento di aver riscontrato l’impegno di tutti nella stessa direzione”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com