PoliticaPrimo Piano

Via Trapassi da 40 anni senza luce Gelarda-Luparello: questa la Palermo di Orlando

Anche Salvini commenta la denuncia di Gelarda

 

 

“Tra le tante realtà di abbandono che vive questa città, e i cittadini palermitani, ce n’è una che ci ha particolarmente colpito- a dichiararlo Igor Gelarda capogruppo al comune ed Elisabetta Luparello responsabile lega giovani. Siamo stati contattati da alcuni residenti di via Mario Trapassi, zona Cruillas. Ebbene da 40 anni, Cioè più o meno da quando Orlando è diventato sindaco per la prima volta, queste persone vivono in una strada priva di illuminazione pubblica. I pali della luce non ci sono.

Centinaia di persone costrette a vivere nel buio con buona pace della sicurezza loro e delle loro famiglie. Abbiamo immediatamente richiesto ad Orlando, che dovrebbe ricordarsi di essere sindaco anche dei palermitani, di occuparsi delle famiglie palermitane di via Mario Trapassi. E abbiamo inoltrato una lettera alla prefettura di Palermo perché in questo caso c’è anche un problema di sicurezza pubblica. Vogliamo vedere se dopo 40 anni, con uno scatto di orgoglio, anche se non ci sono nastri da tagliare oppure equipaggi di ong cui dare cittadinanza onoraria, il sindaco Orlando si occuperà anche di questi cittadini, sfortunatamente per loro, palermitani. Che per noi della Lega non sono certo cittadini di serie B concludono Gelarda e Luparello ”

Anche Salvini con una nota stampa diramata dall’ansa commenta l’accaduto:

Comuni: Salvini, Orlando e Pd dimenticano i palermitani

(V. ‘Comuni: Lega, strada Palermo Gelarda – Luparello …’ delle 14.46)

PALERMO

(ANSA) – PALERMO, 27 GIU – “Presto tornerò a Palermo, per restituire diritti e dignità a tanti cittadini dimenticati da decenni da Orlando e dal Pd”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, dopo le denunce per la situazione di via Trapassi che è senza illuminazione pubblica da circa 40 anni. (ANSA).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button