Economia & Lavoro

Vertenza servizio portabagagli al porto di Palermo, sit in lavoratori

Foto internet

Protestano da stamani in sit in davanti la sede dell’Autorità portuale di Palermo in via Piano dell’Ucciardone 4, i nove lavoratori della Compagnia Servizi Portuali CSP che rischiano di perdere il posto di lavoro, dopo che l’amministrazione giudiziaria della società ha confermato l’impossibilità di proseguire l’attività. L’Autorità portuale ha , infatti, fatto sapere che non potrà contribuire economicamente a sostenere il servizio, a causa della mancanza di risorse finanziarie.

“Abbiamo chiesto all’Autorità portuale – spiegano Nino Napoli Segretario Fit Cisl Portuali e Marcello Buccafusca Segretario Uiltrasporti – un tavolo specifico sul servizio, che se sospeso , porterebbe alla perdita di 9 posti di lavoro e in un momento difficile come questo non è assolutamente accettabile, ma non siamo mai stati convocati”.

La scadenza della proroga, concessa dalla stessa Autorità portuale, in attesa del completamento dell’iter per l’affidamento del servizio, dopo una nuova gara che è stata vinta dalla stessa CSP, è fissata per il mese di luglio. Il 13 luglio e il 18 luglio prossimi sciopereranno per tutto il giorno proprio a sostegno della causa dei nove lavoratori della CSP, tutti i lavoratori portuali di Palermo e Termini Imerese.

“Le difficoltà economiche della società causano anche ritardi nei pagamenti degli stipendi, i lavoratori non hanno percepito la quattordicesima e potrebbero anche non ricevere lo stipendio di giugno. Chiediamo subito un incontro al Prefetto e a tutte le parti coinvolte, i lavoratori protesteranno finché non otterremo risposte”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: