PoliticaPrimo Piano

Vertenza Almaviva – Delegazione di lavoratori ricevuta in Prefettura.

Foto internet

Dopo la programmata manifestazione di protesta posta in essere dai lavoratori dei call center, è stata evidenziata la necessità di riattivare con urgenza il tavolo di confronto in sede governativa, già avviato dal Ministero dello Sviluppo Economico ed al quale si chiede che partecipi anche il Ministero del Lavoro.

Tale richiesta è connessa alla negativa conclusione  della prima fase di procedura, aperta lo scorso 21 marzo, che non ha consentito di giungere ad un’ipotesi di accordo per la soluzione della crisi Almaviva e la tutela dei posti di lavoro, a fronte dei 1670 esuberi dichiarati per la sede di Palermo.

Al riguardo, la delegazione ha inteso rimarcare come le assemblee dei lavoratori Almaviva hanno espresso con larga maggioranza dei partecipanti alla consultazione (mediamente oltre il 90%), la contrarietà ad ipotesi di accordo che sono state respinte in quanto, rispetto alle linee guida proposte alle parti dal Ministero dello Sviluppo Economico, erano stati inseriti elementi aggravi economici richiesti dall’Azienda quale condizione per la revoca dei licenziamenti, ritenuti inaccettabili dai lavoratori.

La Prefettura ha assicurato che si farà interprete delle richieste dei dipendenti Almaviva presso i competenti Organi di Governo, assicurando nel contempo efficaci controlli e meccanismi sanzionatori rispetto alle procedure di gara per l’aggiudicazione di commesse inficiate da eccessivi ribassi, che alterano le condizioni di mercato, favorendo processi di massiccia delocalizzazione delle attività.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: