Arte e CulturaPrimo Piano

Venerdì 27 maggio al Giuseppe Veniero Project le opere dei due artisti che hanno “ridipinto” Palermo

_W9C0025

Una grande soddisfazione per i due artisti che da un mese lavorano fianco a fianco per ridipingere la città di Palermo.

Venerdì 27 maggio alle ore 19.00, le loro opere verranno esposte al Giuseppe Veniero Project.

“Porte Aperte”, questo il titolo del vernissage allestito da Marco Pace e Max Ferrigno, due dei più interessanti artisti del panorama artistico contemporaneo italiano.

Da un lato le chine che inglobano personaggi tribali dentro angoli della città, le matite che ridisegnano strutture architettoniche dentro le quali mettere fette di Palermo come piazza Magione. Dall’altro colori accesi, personaggi pop, maioliche e prodotti della terra che con Palermo vanno a braccetto. La residenza artistica, inserita nella Settimana delle Culture e che ha visto protagonista lo spazio d’arte Garzilli 26, ha prodotto lavori che catturano per i contrasti e le suggestioni che offrono allo spettatore. In una città, Palermo, che sembra davvero essere fonte di grande ispirazione.

“Amo molto questa città – racconta Marco Pace. La mia cultura dell’immagine si è formata grazie ad artisti palermitani. La mia visone immaginifica densa e rigogliosa può essere letta come contraltare contemporaneo alla ricchezza degli ornati barocchi di cui Palermo e la Sicilia sono testimoni”.

“La Sicilia che racconto è chiaramente una Sicilia Pop. Palermo – aggiunge Max Ferrigno – è una delle città al mondo che più esprime questo concetto. Lo è diventata per aver saputo, nei secoli, assimilare linfa vitale da altre culture per potersene arricchire, per aver espresso un’ iconografia unica e globalizzata, per aver colorato la vita quotidiana dei palermitani con estetiche estremamente pop, dai carretti alle maioliche, dai frutti di martorana alle cassate, per aver concepito per primi un’alimentazione street, ora terribilmente fashion”.

“Fuori dalle logiche di mercato e nel segno dell’arte più pura – afferma il gallerista Giuseppe Veniero – siamo riusciti a far dialogare due artisti differenti e a donare alla città una serie di opere attraverso cui guardarla ed esplorarla. Con nuovi occhi e sensazioni”.

La mostra Porte Aperte rimarrà fruibile sino al 30 giugno dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 20 dal martedì al sabato.

L’ingresso è gratuito.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button