Valeria Lembo, morta per dose killer chemio: inviati a giudizio medici e infermieri

Il 29 dicembre 2011 moriva la mamma di 34 anni Valeria Lembo a causa di una dose killer di chemioterapia. Oggi il giudice Daniela Cardamone ha rinviato a giudizio quattro medici e due infermieri del reparto di Oncologia medica del Policlinico.

Sono accusati di omicidio colposo e falsificazione di cartella Sergio Palmeri, ai tempi il primario del reparto , il medico Laura Di Noto, lo specializzando Alberto Bongiovanni, Gioacchino Mancuso, l’universitario di 23 anni che ha riportato il numero errato sulla terapia, l’ infermiera professionale Clotilde Guarnaccia e un operatore sanitario, Annamaria D’Anna.

Il Policlinico è stato riconosciuto responsabile civile. La prima udienza è stata fissata per il 6 febbraio 2014.  A chiedere il processo per i sei imputati sono stati i pm Francesco Grassi e Emanuele Ravaglioli.

Valeria era mamma di un bimbo di sette mesi ed era affetta alla spalla dal linfoma di Hodgkin.

Exit mobile version