PoliticaPrimo Piano

Uscire dall’austerity ed unire la sinistra. Il velleitario progetto di Alexis Tsipras

Ha un progetto decisamente velleitario Alexis Tsipras, giovane leader del partito della sinistra greca Syriza: unire le molteplici anime della sinistra, compresa quella italiana, in un soggetto unico, scevro dalle contrapposizioni e divisioni che attualmente la caratterizzano.

E ieri, a Palermo per la sua unica tappa italiana nella corsa per le Europee, a capo della lista ‘L’altra Europa con Tsipras’, risponde ai cronisti in un’affollatissima conferenza stampa con una amara battuta legata a un luogo comune che vuole la Sicilia “gemella” della Grecia, un riferimento a una situazione economica analoga prossima al default. “Stessa faccia stessa razza”, riferendosi ad una cattiva amministrazione della cosa pubblica.

Poi, il leader greco spiega: “E’ vero, nel Sud Europa sono diffusi gli sprechi, ma i popoli non possono pagare le colpe dei governi. In Grecia le politiche di austerità barbare e inumane hanno affossato un Paese e i lavoratori. Non devono essere adottate da nessun altro Paese. La medicina ha aggravato il malato, messo nel tritacarne della Troika. L’Italia e’ in altre condizioni, ma ha fatto scelte politiche molto simili il cui alto costo lo stanno pagando i cittadini, soprattutto quelli più deboli”. Ecco perchè, per il leader del partito della sinistra greca Syriza “adesso non si voterà solo per gli europarlamentari, ma per il destino dei Paesi, di ciascuno di noi. Dobbiamo dare un segnale forte per battere e fermare l’austerity, riconquistare la democrazia e rilanciare la coesione sociale. Il vostro paese può dare un segale forte per un’Europa alternativa”.

Alla domanda di un giornalista se il partito intende allinearsi alle tante voci contro l’euro, Tsipras argomenta che: “La lista “L’Altra Europa con Tsipras”, non vuole ricorrere a facili scorciatoie, come l’uscita dall’euro o la fine dell’Unione, che avrebbero conseguenze devastanti per i popoli europei, piuttosto propone una revisione immediata di tutti i trattati economici, a cominciare dal Mef, e la creazione di una nuova Europa dei popoli, che sappia porre al centro delle sue politiche l’occupazione, il lavoro e l’ambiente”.

La Lista “L’altra Europa con Tsipras” nasce dall’appello di alcuni intellettuali a cui hanno aderito partiti politici come Rifondazione Comunista e SEL, movimenti e associazioni. Non a caso, alla presentazione dei candidati della circoscrizione Sicilia e Sardegna era presente anche Antonio Ingroia, nei panni di inquisitore “del rigorismo imposto dalla Germania ai governi, Monti, Letta e Renzi, che si è mostrato pure subalterno dinnanzi ad Obama. Noi- aggiunge l’ex pm- ci rivolgiamo prima di tutto ai tanti delusi di una sinistra che sembra incapace di dar voce e speranza a chi subisce la violenza delle politiche dell’austerity e troppo spesso è stata subalterna. Il nostro progetto è oggi l’unica alternativa possibile per restituire un futuro all’Europa ed ai suoi cittadini”.

LE CANDIDATE E I CANDIDATI NELLA CIRCOSCRIZIONE SICILIA SARDEGNA:

Barbara Spinelli
Barbara Spinelli (Roma, 1946) è una giornalista e scrittrice italiana.
È stata tra i fondatori del quotidiano Repubblica per passare, negli anni 1984 -1985, al Corriere della sera e infine a La Stampa, prima come corrispondente da Parigi, dove tuttora lavora e vive, poi come editorialista. I suoi ultimi libri: Il soffio del mite, Qiqajon 2012; Moby Dick o l’ossessione del male, 2010, Morcelliana; «Una parola ha detto Dio, due parole ne ho udite». Lo splendore delle verità; Spinelli Barbara, 2009, Laterza; Ricordati che eri straniero, 2005, Qiqajon; Il sonno della memoria. L’Europa dei totalitarismi, Milano, Mondadori, 2001

Maria Elena Ledda detta Ledda Elena
Voce tra le più importanti della scena musicale sarda e mediterranea, Elena Ledda si è ampiamente distinta per il suo impegno nella tutela e nella valorizzazione della lingua e della cultura della sua terra.
Da oltre trent’anni porta i suoi concerti sui palcoscenici di tutto il mondo. La sua profonda passione per la ricerca tra i differenti universi sonori l’ha vista collaborare con i più grandi artisti del panorama internazionale. Dedica particolare attenzione alla formazione delle nuove generazioni, curando seminari di cultura musicale e la produzione artistica e discografica di musicisti emergenti. Da quattro anni è direttore artistico del “Premio Andrea Parodi” riservato alla world music. Il suo impegno va oltre le scene nella tutela dei diritti civili e nel sostegno alle minoranze.

Mario Cicero
Mario Cicero è nato e vive a Castelbuono (PA). Viene eletto Consigliere Comunale nel 1985 con il PCI a soli 23 anni. Nel 1994 diventa assessore al turismo e promuove la stagione di “Castelbuono Porte Aperte”, che produce straordinari risultati in termini di aumento dei flussi turistici. E’ eletto sindaco di Castelbuono nel 2002 e amministrerà per 10 anni la cittadina, dandole una connotazione turistico-culturale e ecologico-ambientale di rilievo nazionale ed internazionale. Con l’idea della raccolta differenziata porta a porta, fatta con gli asini anziché con le camionette, dà una sterzata alle percentuali di raccolta differenziata. L’idea fa il giro di tutto il mondo. Castelbuono e Mario Cicero vengono premiati, diffusamente, per l’esempio di virtuosismo in campo ecologico. Si è distinto per le sua particolare attitudine all’innovazione, per una grande dedizione al suo territorio e per le politiche volte allo sviluppo sostenibile.

Alfio Foti
Alfio Foti, nasce a Giarre in provincia di Catania il 13 Maggio 1949, sposato e padre di Emanuele. Svolge la professione di educatore di ruolo nei convitti statali. Il suo impegno inizia nel mondo cattolico critico.
Nel 1994, ad un anno e mezzo dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, da una sua intuizione nasce la “Carovana antimafie”, un lungo, quanto fecondo, viaggio per il territorio siciliano con l’obiettivo di promuovere l’impegno civile e l’affermazione della giustizia nella società. Con l’Arci siciliana e Rita Borsellino intendono valorizzare coloro i quali sono impegnati in prima fila per la lotta alla mafia, per la diffusione di una cultura della legalità, ma anche di trasformazione sociale orientata alla democrazia, alla partecipazione, alla legalità democratica. Nel 2006 è stato il promotore della candidatura di Rita Borsellino a Presidente della Regione siciliana, svolgendo il ruolo di responsabile dei Cantieri per la costruzione del Programma partecipato. Dall’esperienza dei Cantieri di Rita Presidente nasce il progetto politico Un’altra Storia, di cui – insieme a Rita Borsellino e ad altri protagonisti – è il cofondatore e di cui attualmente ricopre la carica di Segretario nazionale di Coordinatore

Antonietta Leto detta Antonella
Coordinatrice in Sicilia del Forum per l’acqua pubblica. Oggi restauratrice presso Musei regionali siciliani, in passato è stata maestra volontaria nei quartieri popolari di Palermo e tra le attiviste del Coordinamento Antimafia negli anni più difficili per la città di Palermo. Nel 2006, in occasione della campagna nazionale di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare di ripubblicizzazione dell’acqua, ha partecipato alla fondazione del forum siciliano dei movimenti per l’acqua e ha coordinato la campagna di raccolta firme in Sicilia. E’ stata responsabile del dipartimento beni comuni della FP CGIL Sicilia, pur continuando il suo impegno all’interno del Forum coordinando il gruppo enti locali.

Simona Lobina
Laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Cagliari, è un’insegnante precaria di lingue. Militante del Prc, ha partecipato alla Marcia per il Lavoro per la tutela dei diritti dei lavoratori e per un piano regionale di sviluppo. Ha partecipato alle lotte territoriali per la smilitarizzazione della Sardegna. Ha partecipato attivamente ai movimenti per i beni comuni ed in particolare, con la sua federazione, contro la privatizzazione del Servizio Idrico in Sardegna. Ha partecipato ai movimenti contro l’insediamento di Radar Militari in Sardegna e di possibili centrali nucleari in Sardegna. Iscritta all’ANPI e all’ ANPPIA. Iscritta all’Associazione d’Amicizia Sardegna Palestina, ha partecipato a viaggi di solidarietà in favore dei bambini dei campi profughi. Iscritta all’associazione femminile XConoscere XFare con la quale ha partecipato alle varie iniziative dell’UDI, come quella del 50 e 50, per favorire la parità di genere nei luoghi della politica.

Antonio Mazzeo
Peace-researcher e giornalista impegnato nei temi della pace, della militarizzazione, dell’ambiente, dei diritti umani, della lotta alle criminalità mafiose. Ha pubblicato alcuni saggi sui conflitti nell’area mediterranea, sulla violazione dei diritti umani e più recentemente un volume sugli interessi criminali per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina (“I Padrini del Ponte. Affari di mafia sullo stretto di Messina”, Edizioni Alegre, Roma). Ha ricevuto il “Premio G. Bassani – Italia Nostra 2010” per il giornalismo.

Olga Nassis
Olga ha origini greche. La famiglia paterna durante la dittatura dei colonnelli subì arresti e deportazioni. È dottoranda di ricerca in antropologia culturale presso l’Università di Messina dove ha conseguito la laurea in Scienze politiche. Ha fatto parte di gruppi di studio alle Università Pantios di Atene, Stony Brook di New York e Central State Connecticut (politiche per le minoranze). Ha un Master in Internazionalizzazione. Parla quattro lingue europee. Ha lavorato in programmi di cooperazione europea e nella gestione di progetti in ambito culturale e di politiche per l’integrazione (PA e Terzo Settore). Ha lavorato nel Programma nazionale di Protezione dei Minori Stranieri non Accompagnati. È attiva nell’associazionismo (Donne Libere) e in campagne per i diritti civili e contro la discriminazione di genere. È socia fondatrice della ‘Comunità ellenica dello Stretto’. Dal 2012 vive tra la Grecia e l’Italia, milita in SEL e in Syriza con cui ha collaborato alle elezioni parlamentari greche di maggio e giugno 2012 in Epiro.

Marina Pupella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: