PoliticaPrimo Piano

UNO SPOT PER CONTESTARE L’ASSENZA DI DONNE NEL GOVERNO MUSUMECI.

CONFAPI SICILIA lancia uno spot provocazione/contestazione contro il governo siciliano prodotto dalla stessa confedarazione e a firma di Antonio Messina

(di redazione) Ieri la Giunta tutta di uomini è stata ufficializzata. Siamo la regione più grande d’Italia che, insieme al Molise la penultima più piccola del Paese, sceglie di non rispettare i principi costituzionali ed europei che affermano la parità in politica.

 

Il Presidente Musumeci sostiene di essere consapevole del valore e l’importanza della rappresentanza femminile nei luoghi di potere ma lascerà che ad occuparsene sia la prossima legislatura.

 

La colpa insomma è dei partiti. Ci chiede forse di fondare un nuovo partito “Pari Sicilia” di sole donne per riconoscere capacità, professionalità e abilità nella quota di maggioranza dell’elettorato siciliano?

 

Il Referente della filiera Cinema e Spettacolo di Confapi Sicilia, il regista Antonio Messina, sceglie di celebrare l’infelice scelta con uno spot di sensibilizzazione a supporto della posizione della Confederazione delle Piccole e Medie Imprese, della sua Presidente Dhebora Mirabelli e delle tante eccellenti manager donne di aziende siciliane.

 

Ormai è bufera nazionale come ha rilevato la stampa in questi ultimi giorni e questione che indigna tutta l’opinione pubblica. Davvero la Sicilia non ha abili donne oggi da nominare in posti decisionali di supporto all’azione di Governo per i prossimi difficilissimi anni?  Oggi più che domani la Sicilia ha necessità di modelli femminili perchè le donne possono rivelarsi energia attiva strategica per la ripresa e il rilancio dell’economia. Lo dimostrano le nostre aziende, sane e indiscusse, guidate da donne e considerate eccellenze nel Mondo.

Tuttavia una donna entra a far parte delle nomime del presidente Musumeci e sarà la sua portavoce. Si tratta di Michela Giuffrida già europarlamentare del Partito democratico. Cosa c’entra? Non lo sappiamo. Ma la destra, al contrario della sinistra, riesce sempre a dare spazio anche ai nemici politici.

Giuffrida prende il posto di Fabio De Pasquale che aveva vinto il bando dell’Ufficio stampa della Presidenza della Regione.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button