Primo PianoScuola e UniversitàStorie di quartiere

Università.Rimborsi ai fuori sede. Lagalla: “Erogate agli ERSU le somme per gli studenti fuori sede”. 

Dopo le criticità sollevate dai deputati Di Paola e Di Caro sui presunti ritardi dei rimborsi destinati ai fuori sede, l’Assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, interviene chiarendo la situazione.

«I mandati di pagamento, relativi ai contributi una tantum e ai rimborsi per spese di locazione sostenute dagli studenti universitari fuori sede durante la pandemia, sono già stati emessi in favore degli ERSU siciliani nei giorni scorsi». È la risposta dell’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, all’interrogazione parlamentare sul pagamento dei rimborsi relativi alle spese degli studenti universitari in periodo di pandemia, depositata dai deputati del M5S, Nuccio Di Paola e Giovanni Di Caro.

Secondo la spiegazione dell’Assessore i presunti ritardi segnalati sono conseguenza dei tempi tecnici necessari per le procedure d’utilizzo dei fondi extra-regionali e alla rimodulazione dei Programmi Operativi sui quali sono state imputate le necessarie risorse economiche, iter conclusosi soltanto lo scorso 3 novembre. Al termine di questa procedura di autorizzazione ministeriale, l’Assessorato ha finalmente potuto procedere con l’erogazione delle somme agli ERSU, così come comunicato allo stesso Cda dell’ERSU di Palermo, anche grazie all’attiva collaborazione della rappresentante degli studenti Adelaide Carista.

«Sono certo – aggiunge Lagalla – che gli stessi ERSU, da qui a pochi giorni, inizieranno le procedure di pagamento agli studenti. Con questo voglio rassicurare i colleghi deputati Di Paola e Di Caro sull’attività incessante del governo Musumeci in favore delle famiglie siciliane, attività, evidentemente, a loro poco nota perché impegnati a immaginare mostri inesistenti».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button