Arte e CulturaPrimo Piano

UniCredit: al via la raccolta fondi per i restauri del Parco Archeologico di Selinunte

unicredit banca
unicredit banca

(di redazione) UniCredit: al via la raccolta fondi per i restauri del Parco Archeologico di Selinunte

Palermo, 28 febbraio 2017 – Con la sottoscrizione di un accordo di collaborazione con il Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, UniCredit mette a disposizione i propri principali canali (ATM Bancomat, filiali, internet banking) con l’obiettivo di favorire la raccolta di fondi da destinare ai lavori di restauro nel Parco Archeologico.

Per tutto il mese di marzo, Clienti e non Clienti di UniCredit potranno scegliere di donare –senza applicazione di commissionipresso i Bancomat e presso gli sportelli dell’intera rete italiana di UniCredit.

L’iniziativa di UniCredit fa seguito alla campagna “Settesoli sostiene Selinunte”, già avviata da alcuni mesi, anch’essa finalizzata alla raccolta di fondi a favore della salvaguardia e dello sviluppo del Parco Archeologico. I fondi raccolti serviranno, in particolare, a migliorare la fruizione del Tempio C, il più importante dell’intero Parco per valore storico e architettonico, attraverso lavori di restauro, la creazione di un percorso di visita e un impianto di illuminazione.

Le donazioni potranno usufruire del credito d’imposta del 65% (Art Bonus).

UniCredit è impegnata con diverse iniziative a favorire lo sviluppo del territorio dove opera. In Sicilia la banca è convinta che una delle vie per far crescere l’economia sia quella di aumentare in maniera significativa i flussi turistici verso l’isola e per raggiungere questo obiettivo occorre anche rendere più gradevole la visita dei numerosi siti culturali presenti nella nostra regione. Selinunte è il Parco archeologico più grande d’Europa e necessita di continue attenzioni per restauri e manutenzioni. La banca auspica pertanto che la collaborazione con il Parco Archeologico di Selinunte consenta di raccogliere in maniera significativa fondi che saranno destinati ad un miglioramento della fruizione del sito archeologico.

“Il Parco Archeologico di Selinunte – dichiara Enrico Caruso, Direttore del Parco – che recentemente ha assunto l’autonomia finanziaria, è impegnato a realizzare diversi lavori che miglioreranno ampiamente la fruizione del sito rendendolo certamente più accattivante e interessante alla visita. La condivisione con le Cantine Settesoli di un progetto di miglioramento della percezione del sito è stato un passo molto importante, soprattutto per l’esempio che genera un percorso virtuoso che coinvolge partners privati a realizzare dei progetti significativi per il Parco. In questo viaggio verso la ricerca di nuovi sistemi che consentano il finanziamento di lavori da parte dei privati non si può tacere il felice coinvolgimento di UniCredit che ha deciso di aggiungersi agli amici di Selinunte, per sostenere Selinunte e la sua bellezza”.

 

Per altre informazioni sul progetto di raccolta fondi è possibile consultare il sito internet www.settesolisostieneselinunte.it

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button