Economia e LavoroPrimo Piano

Unicoop Sicilia e Movimento Cristiano Lavoratori–MCL insieme per sviluppo del sistema cooperativo in Sicilia

Felice Coppolino: “un primo passo sarà la costituzione di aggregazioni d’impresa che rappresenteranno un volano per lo sviluppo dell’economia del nostro territorio, anche con rilevanti risvolti occupazionali e con notevoli investimenti”

“Abbiamo raggiunto un primo importante obiettivo: quello di avviare una forte sinergia con il Movimento Cristiano Lavoratori Sicilia, per la costruzione di una serie di progetti imprenditoriali in Sicilia. Un grande sforzo che stiamo compiendo in un momento così drammatico per la nostra terra e per l’intero Paese”.

È quanto afferma Felice Coppolino, presidente regionale di Unicoop Sicilia, che ha siglato un accordo con MCL (Movimento Cristiano Lavoratori Sicilia) per lo sviluppo di investimenti economici che avranno dei risvolti rilevanti, soprattutto in ambito occupazionale.

“La Pandemia – ha aggiunto Coppolino – ha duramente piegato il tessuto economico e produttivo, ma non lo ha spezzato. Il nostro orizzonte guarda lontano e questa intesa con MCL, vuole essere la risposta, in termini di numeri a diversi zeri, per iniziare ad uscire dalla stagnante e deleteria situazione che stiamo vivendo. Tutto ciò sempre e, comunque, nella consapevolezza che tale percorso, non può prescindere dalla tutela alla salute che questa crisi ci impone”.

Si tratta, dunque, di un protocollo d’intesa che prevede la partecipazione congiunta di Unicoop Sicilia e MCL a progetti che riguardano alcuni settori nodali e che spaziano dal turismo, agli eventi culturali, al facility management ed al socio sanitario.

“Questa collaborazione con UN.I.COOP. Sicilia – ha detto il presidente regionale di MCL Sicilia, Fortunato Romano – è il primo passo per una più ampia ed articolata presenza sul territorio; una sinergia con il mondo della cooperazione organizzata, attraverso il quale sarò possibile ridare slancio ad una economia ingessata ed in grande sofferenza”.

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button