CronacaPrimo Piano

Una sera a Palermo con gli Angeli della Notte, fratelli dei tanti invisibili in città

E’ giugno e come ogni anno i caldi raggi del sole, l’odore del mare, sono pronti ad annullare in un magico incantesimo tutte le negatività di un periodo difficile per troppi palermitani, provati da una crisi economica interminabile che ha causato gravi incertezze nel presente e sul futuro. La mente è veloce a perdersi nei ricordi di lunghe vacanze, memoria di un tempo che fu. Basta anche il calore di una tiepida sera di inizio estate, per ritagliare qualche ora di svago con gli amici, la complicità di una birra, un gelato e tutto appare diverso, più semplice, la compagnia trasmette allegria.

Ma è al tramonto, quando una parte della città è impegnata ad inviare messaggi con tecnologici smartphone per fissare i luoghi di ritrovo dove trascorrere la spensierata serata, che Vincenzo, Antonella , Rosario, Antonio, si avvicinano ai punti di raccolta in attesa del pasto caldo donato dagli Angeli della Notte.

Vincenzo, Antonella, Rosario, Antonio, quattro nomi a rappresentare i circa cento senzatetto presenti a Palermo, quattro esistenze segnate da una vita che non ammette fermate e dove l’imprevisto, è pronto a stravolgere la noiosa ma sicura quotidianità.

Sono gli Angeli della Notte , fratelli di vita per tanti bisognosi, a percorrere tre sere a settimana lungo un percorso tra le vie cittadine , il tragitto degli invisibili. Volontari dalle più svariate professioni , impiegati, casalinghe, assistenti per anziani , custodi, anche un medico in pensione, qualche ora a settimana per alleviare le difficoltà a chi è costretto a dormire in strada.

“Raddoppiato nell’ultimo anno il numero dei palermitani ai quali portiamo un pasto caldo durante il nostro percorso- inizia a spiegare Patrizia Oddo, Angeli della Notte, coordinatrice della missione in uscita il martedì sera- abbiamo diviso la città in tre gruppi di volontari che con uscite infrasettimanali, provvedono a portare cibo caldo, generi di prima necessità e una parola di conforto ai fratelli meno fortunati”.

“Ci occupiamo di preparare personalmente un pasto completo, menù della serata pasta con piselli, pasta con prosciutto e verdure, bastoncini di pesce, succhi di frutta, latte , rosticceria e cornetti, nessun contributo pubblico, solo l’aiuto di qualche volenteroso commerciante”.

”Spiga d’Oro , Caruso, Baldo, sono i panifici che collaborano all’iniziativa, Nino il Ballerino spesso ci fornisce rosticceria– continua la volontaria-l ’Ortolano , frutta  , il Gelatone, Tecnobox gli altri esercenti”.

“ Circa cinque anni di attività- afferma ancora Patrizia Oddo- ma l’ultimo anno in assoluto il più impegnativo, gli sbarchi continui di migranti e il perdurare della crisi, ha fatto aumentare in modo esponenziale le persone da soccorrere in città”.

Largo Zappalà, ore 21,00, davanti la chiesa del Cottolengo, ritrovo degli Angeli della Notte per l’inizio della missione del martedì sera. Ultimati i preparativi, controllate le scorte di cibo, inizia il tragitto contrassegnato da fermate in via Notarbartolo, Via Petrarca , stazione Notarbartolo, Piazza Principe di Camporeale, Piazzale Ungheria, Corso Trieste.

E’ alla stazione Notarbartolo ed a Piazzale Ungheria che in tanti aspettano l’arrivo degli Angeli, plotoni di senza tetto condannati senza alcuna colpa.

Tutti con la speranza di un futuro migliore, tutti con un obiettivo, non si legge rassegnazione negli occhi di Antonella, l’assistente socio sanitaria in strada da due anni per aver perso il lavoro, ma pronta alla battuta ed a continuare a sfidare la scommessa di un’esistenza in salita con la forza del suo sorriso.

Nessuna incertezza nella mente di Domenico, esodato in attesa della pensione e pronto a trasferirsi dall’Italia.

Affetto dalle parole di Antonio, 65 anni, in strada da parecchio con un glorioso trascorso da chef in ristoranti di tutto il mondo.

Perentorie le affermazioni di Vincenzo, costretto a dormire in strada per occuparsi a tempo pieno della sorte della nuora vedova con tre bambini: “ Abito a Partinico, mio figlio è morto e ha lasciato una moglie e tre nipotini dei quali sono l’unico sostentamento , chiedo aiuto agli incroci in città e la sera, per continuare la raccolta, non prendo l’ultimo treno che mi porterebbe a casa”.

Sconfortanti le parole di Rosario, 52 anni disoccupato senza famiglia:” Ho dormito alla stazione per qualche tempo, adesso dormo nella zona di piazza Principe di Camporeale, un incidente mi ha cambiato l’esistenza e non ho avuto alcun indennizzo , non ho trovato alloggio in alcun dormitorio e la strada è diventata la mia casa”.

Quattro voci per non dimenticare , quattro voci per scuotere le coscienze .

Palermo, dormitori al collasso ormai stracolmi , arrivo continuo di migranti e solo quaranta eritrei in strada nella zona di via Lincoln, trovano riparo all’interno di una galleria pedonale.

Non basta il nobile cuore degli Angeli della Notte e di altre associazioni di volontari a restituire la meritata dignità a uomini e donne caduti nel baratro delle tenebre.

Per contatti con Angeli della Notte Patrizia Oddo 3207629449. Per aiuti in vestiti e coperte per i senza tetto gli Angeli sono presenti ogni martedì alle 21.30 davanti la stazione Notarbartolo.

Massimo Brizzi

[nggallery id=110]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

  1. Ciao Patrizia, anch’io nel mio piccolo cerco di dare il mio contributo attraverso altro tipo di iniziative che sfociano verso lo stesso fine, l’aiuto al prossimo! Il vostro impegno è lodevole e meritevole di ringraziamenti e ammirazione da parte di noi tutti. Questo dovrebbe essere compito delle istituzioni, andrebbero istituiti assessorati, centri di accoglienza per garantire quel minimo di dignità umana di cui tutti gli esseri umani hanno diritto! Resta il fatto che parlare di istituzioni è una guerra persa in partenza… in realtà gli “invisibili” sono loro, la classe politica…tutti pronti ad annacarsi in eventi e manifestazioni che connfluiscono in mondanità, popolarità e fittizia visibilità! quando è ora di farsi vedere realmente loro sono INVISIBILI!
    Quanto detto sopra non fa che alimentare la stima nei Vostri confronti e nello spirito di umanità e fratellanza che Vi contraddistingue in primis come esseri umani! Grandi grandi grandi! continuate così, un sentito ringraziamento da piccolo membro della città di Palermo parte proprio da me con l’auspicio che altre voci si aggiungano alla mia …

  2. grazie x la stima susan, ciò che facciamo ci rende felici perchè abbiamo trovato tanti nuovi amici. chi partecipa anche solo per una volta nn riesce più a dimenticare….la missione ti prende il cuore . i volontari in foto sono :adriana sausa ,agostino ruisi, alba accursio , pippo messina, giuseppe messina, lella porretto,maurizio giannone.

  3. In quanti ne avrebbero la volonta’ … Il coraggio di aiutare qualcuno. Lo splendore degli angeli invisibile , ma visibile nella notte…luce interiore che illumina con poco la vita di chi al buio e’ costretto a viverci a causa di questa melma di societa’ che non garantisce agli esseri umani neppure quel minimo di salvaguardia della dignita’ umana!
    Grandi angeli della notte!!!
    Con immensa stima …Susan Ortega.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: