CronacaPrimo Piano

Una petizione ha di fatto cambiato le regole in via Perez

Il Consigliere Gelarda: da camera a gas a meno traffico per tutti

Viabilità. Dopo petizione cambiano regole in via Perez. Gelarda “Meno traffico per tutti”

 

Il Consigliere Gelarda: da camera a gas a meno traffico per tutti

Una petizione ha di fatto cambiato le regole in via Perez

Ecco l’ordinanza che cambia le regole

“E’ stata necessaria la raccolta di alcune centinaia di firme per fare comprendere all’Amministrazione comunale che che il traffico in via Perez era completamente impazzito e che la soluzione era dietro l’angolo- dichiara il capogruppo della Lega a Palermo Igor Gelarda . Dopo la chiusura del Ponte Corleone, questa strada è infatti diventata passaggio obbligato dei mezzi pesanti. Fino a ieri, per tornare in via Oreto i camion erano costretti a girare da una stradina strettissima, la via Armo, dove spesso rimanevano bloccati paralizzando il traffico.
Una situazione che aveva trasformato la via Perez in una vera e propria camera a gas, con rischi gravissimi per la salute dei residenti e commercianti della zona.
Dopo alcuni sopralluoghi svolti con i residenti e dopo la raccolta di alcune centinaia di firme promossa dalla Lega, e portata avanti da alcuni dei residenti più volenterosi come Pietro Lo Iacono e Francesco Pilo, abbiamo proposto la modifica del senso di marcia in via Errante, che permette ad auto e mezzi pesanti di avere un percorso più agevole.
Finalmente con l’ordinanza 1252 del 27 ottobre 2021 , a firma del capo area della pianificazione urbanistica, l’Amministrazione ha preso atto dell’errore precedente, introducendo la modifica richiesta nella nostra petizione.
Salterà così un tappo terribile, e traffico nella zona, tornerà ad essere un po’ più regolare, anche se resta l’urgenza che si intervenga sul ponte Corleone, unica vera soluzione per ridurre i disagi per cittadini e automobilisti- conclude Gelarda “.

Articoli Correlati

Un commento

  1. era ora eliminate tutti questi sensi unici per cortesia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button