Arte e CulturaPrimo Piano

Una Marina di libri: il popolo dei lettori ha invaso la Galleria d’arte moderna

60 tra presentazioni di libri e reading, una decina di dibattiti sull’editoria e sulla valorizzazione del centro storico, un cast di oltre 200 persone tra autori, relatori, attori e musicisti, 2 proiezioni, 4 concerti, più di 200 ragazzi coinvolti nell’animazione dei laboratori per bambini. Il festival Una Marina di Libri ha coinvolto il chiostro e la corte della Galleria d’arte moderna, la chiesa e l’antistante piazza Sant’Anna.

Un incredibile afflusso di pubblico qualificato che ha partecipato attivamente agli incontri, dalla mattina fino alla sera sfidando il primo caldo dell’estate palermitana – dice Ottavio NavarraTra la lettura di un buon libro e il mare, i palermitani hanno scelto di partecipare al nostro Festival”.

La maggior parte degli editori hanno registrato un aumento delle vendite di circa un terzo rispetto agli incassi dell’anno scorso, in controtendenza rispetto ai dati in flessione delle librerie. E sono concordi nel ritenerlo uno dei festival con il maggior successo e risultato economico da Roma in giù.

La formula di Una Marina di Libri 2014 si è rivelata vincente. La mattina e il primo pomeriggio sono stati dedicati alle attività per i bambini con un tutto esaurito per i laboratori creativi. I bambini hanno illustrato, disegnato, scritto e perfino interpretato i libri che hanno creato. Un ottimo successo hanno riscontrato anche le presentazioni, con un picco di presenze di oltre 2000 persone per Andrea Camilleri.

Osservando l’interminabile coda di lettori in attesa della firma di Alicia Gimenez Bartlett sul libro appena comprato  ho avuto la prova tangibile del successo della Marina – dichiara Alberto Coppola, vice presidente CCN piazza Marina&dintorni –  E’ stato bellissimo assistere agli incontri coinvolgenti tra i lettori e i loro beniamini. C’è grande voglia di conoscere gli autori ed Una Marina di Libri è la prova che se si propone cultura, il pubblico risponde più che positivamente. La data e la location hanno funzionato”.

Hanno partecipato 53 case editrici, e ben 18 al loro esordio palermitano. “Nelle precedenti edizioni abbiamo creato un semplice banchetto espositivo – racconta Marco Cassini, co-fondatore di minimum fax ed editore di Sur – ma quest’anno abbiamo deciso di partecipare attivamente presentando in anteprima un libro. E l’anno prossimo porteremo molti più autori”.

Un pubblico variegato ed eterogeneo ha accolto positivamente gli scrittori. “Gli autori hanno attratto lettori provenienti da tutta Italia. Questa formula della Marina 2014 è la prova che è possibile investire nel turismo culturale – afferma Antonio Sellerio  Il prossimo anno pianificheremo un’offerta ancora più ampia di autori e incontri per rendere ancora più ricco il Festival”.

Una Marina di Libri, fiera dell’editoria indipendente, è nata da una idea del CCN Piazza Marina&dintorni, in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio. Una sinergia che ha funzionato bene.  “Una Marina di Libri è un modello di sviluppo, di valorizzazione del centro storico”, conclude Michelangelo Pavia, presidente del CCN Piazza Marina&dintorni.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button