CronacaPrimo Piano

Una giornata all’Agenzia dell’Entrate di piazza Francesco Napoli. Una giornata persa!

Andare all’Agenzia delle Entrate per sbrigare una pratica e riuscire ad effettuare l’operazione è pari a una missione impossibile. Vi raccontiamo una giornata trascorsa nell’Ufficio Territoriale di Palermo, piazza Francesco Napoli, 5.

Si comincia con una fila interminabile all’alba per prendere il numero relativo al proprio servizio da espletare (operazione che dura , se ti va bene , dai 20 ai 30 minuti). Appena si riesce ad avere il ticket inizia una vera e propria odissea.

Ciò a cui si assiste ha del paradossale ai limiti della vergogna. Sportelli vuoti, disagi e disorganizzazione ai massimi livelli. Dipendenti che si alzano per fare la pausa e la postazione rimane vuota, altri dipendenti che fanno “chiamate di lavoro” durante l’attività dell’Agenzia.

In tutto questo nonostante, ripetiamo, la fila fatta all’alba, gli sportelli chiudono regolarmente alle 12.30 e guai a chi “sgarra”. C’è il fuggi fuggi generale perché ti devono mandare via.

Nell’era di Internet siamo ancora costretti a sbrigare le pratiche di persona quando si potrebbe effettuare il tutto online con la posta elettronica certificata. Chissà se queste cose capitano in tutte gli Uffici dell’Agenzia delle Entrate in Italia?

Comunque domani riproveremo a ripresentare i documenti per la registrazione di una atto sperando che possa in porto perché crediamo sia più facile vincere un terno al Lotto che avere certezza di un servizio reso ai limiti dell’impossibile.

To be continued …

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button