CronacaPrimo Piano

Un pitbull e un pastore tedesco abbandonati e messi in salvo dal Nucleo Cinofili Polizia Municipale

Due diversi episodi di abbandono, tra il 4 e il 5 luglio risolti con l’intervento del Nucleo Cinofili Polizia Municipale di Palermo.

“Una chiamata in sala operativa il 4 luglio intorno alle 15,00 per segnalare la presenza di un pitbull legato ad una ringhiera di fronte Villa Giulia, in via Padre Messine- inizia a spiegare Giuseppe Medici commissario comandante del Nucleo Cinofili in città – una nostra unità interviene sul posto dove un cane maschio di razza pitbull, dell’età approssimativa di un anno e mezzo circa, era stato legato ad una ringhiera ed abbandonato”.

“Una donna, secondo alcuni testimoni che hanno assistito alla scena – continua il commissario- era la  responsabile del fatto. La stessa,inizialmente aveva cercato di disfarsi del cane tirandogli una palla per riuscire ad allontanarsi in macchina, ma lo stratagemma è fallito poiché il pitbull ha seguito l’automobile, successivamente ha assicurato il cane alla ringhiera con un laccio ed è andata via. Ma qualcuno ha annotato il numero di targa che ci ha consentito di individuarla e denunciarla per abbandono di animale art.727cp che prevede una reclusione fino ad un anno o una multa da 1.000 a 10.000 euro”.

“L’animale è stato soccorso e condotto in una clinica veterinaria convenzionata con il Comune che ne ha verificato le condizioni di salute; oggi è stato adottato, questo il primo dei due episodi verificatisi lo scorso week end”, sottolinea il comandante Medici.

“ Ancora più triste il secondo caso di abbandono, un cane di razza pastore tedesco femmina con due cuccioli appena partoriti, lasciato in una zona montuosa e impervia nella zona sopra Bonagia, via Cala Masello. La notizia giunge in sala operativa domenica 5 luglio intorno le 9.30- è sempre Giuseppe Medici a raccontare anche questo triste episodio- interviene una nostra unità per raggiungere l’animale lasciato tra le colline all’interno di un burrone, legato con un laccio talmente stretto al collo che, durante il parto, non ha avuto neppure la possibilità di adagiarsi. Un primo cucciolo giaceva morto vicino alla madre. Si corre immediatamente in clinica per salvare il cucciolo sopravvissuto e la madre. Purtroppo solo il cane adulto riuscirà a salvarsi. Il pastore tedesco è stato adottato e continuano le indagini per individuare gli autori del misfatto che configura i reati di abbandono 727 cp maltrattamento 544 ter cp con pene previste da 3 a 18 mesi o una multa da 5000 a 30.000 euro, con l’aggravante della morte dei cuccioli che aumenterebbe l’ipotetica pena della metà di ciò che verrà previsto”, conclude Giuseppe Medici Comandante Nucleo Cinofili Polizia Municipale di Palermo.

Due cani salvati da una triste fine con una collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine.

Unità cinofila della Polizia Municipale che ha come primo obiettivo il benessere animale in genere, vicina ai proprietari degli amici a quattro zampe, spesso additata di poca operatività,ma dodici operatori, per una grande città come Palermo dove troppo spesso gli animali sono succubi delle cattiverie umane, sono davvero pochi.

Massimo Brizzi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: