Cinema-Teatro-Musica

Ultimo concerto estivo per l’OSS in piazza Ruggero Settimo

Silvia Spinnato, foto ufficio stampa

Ultimo appuntamento estivo per l’Orchestra Sinfonica Siciliana che saluta il suo pubblico, prima delle ferie, con il terzo concerto all’aperto in piazza Ruggero Settimo: una formula molto apprezzata anche dai turisti di passaggio al Politeama.

Venerdì 1 agosto alle ore 21.15 il giovanissimo direttore Silvia Spinnato, palermitana, salirà sul podio per dirigere un programma con musiche di Mozart, Wagner e Bizet i cui titoli sono da sempre un richiamo certo anche per i profani della musica classica. L’apertura del concerto è sulle note dell’ouverture de Il flauto magico di Mozart, opera la cui genesi è ancora avvolta da un’ombra di mistero. Die Zauberflöte, completata il 28 settembre 1791 e rappresentata due giorni dopo a Vienna al Theater auf der Wieden, ebbe un successo crescente che diede al suo autore forse l’ultima gioia in un anno particolarmente travagliato che si sarebbe concluso con la sua morte pochi mesi dopo.

Il secondo brano in ascolto è l’Idillio di Sigfrido di Wagner. Terminata la composizione di questo poema sinfonico il 4 dicembre del 1870, Wagner ne diresse personalmente l’esecuzione dedicandola alla moglie Cosima nel giorno del suo compleanno, il successivo 25 dicembre. Il titolo dell’opera non cita l’eroe dell’omonima tetralogia wagneriana, bensì l’ultimo nato dei Wagner, il terzogenito Sigfrido.

Subito dopo, l’ascolto dell’amatissima Sinfonia n.41 in do maggiore “Jupiter” che Mozart terminò di scrivere il 10 agosto 1788 e che deve il suo soprannome all’impresario inglese Salomon: attribuendole, infatti, il nome di Giove egli ne volle sottolineare il carattere grandioso e trionfante.

In chiusura di serata, la Carmen suite di Bizet; il pubblico francese di fine Ottocento, alquanto bigotto, ebbe parecchie difficoltà a cogliere nella Carmen lo spirito della leggerezza impresso dal suo autore, semmai ne fu scandalizzato: alla prima, il 3 marzo del 1875, si rasentò il fiasco totale; la critica, del resto, non fu affatto benevola e anche i pareri dei compositori che vi assistettero furono discordanti. Furono necessarie parecchie rappresentazioni prima che l’opera iniziasse a riscuotere il meritato interesse, ma vi è da credere che la fama di spettacolo indecente e l’improvvisa morte di Bizet (avvenuta il 3 giugno, la sera della trentatreesima replica) abbiano contribuito al successo in misura largamente maggiore dell’effettiva comprensione del valore dell’opera.

Il posto a sedere costa €2,00. Prenotazioni e informazioni al botteghino del Politeama, tel.0916072532; biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it.

Il concerto replica, a ingresso gratuito, sabato 2 agosto a Villafrati (Pa), nell’atrio del Teatro al Baglio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button