EsteriPrendo quotaPrimo Piano

Ucraina: gli Stati Uniti schierano i bombardieri B-52

Dall’inizio di quest’anno, gli Stati Uniti hanno notevolmente aumentato la propria presenza in Europa. Giovedì, quattro B-52H americani, sono stati schierati sulla base aerea di Fairford nella contea inglese del Gloucestershire, base avanzata per il dispiegamento di bombardieri americani in Europa.

B 52H foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer

Lo schieramento è l’ultima interazione europea della missione regolare della Bomber Task Force, iniziata nella sua forma attuale nel 2018. Ufficialmente, questi schieramenti si occupano di migliorare l’interoperabilità con i partner militari nella regione e di fornire preziose esperienze di formazione.

Un B 52 e un Eurofighter della RAF B 52 in atterraggio a Fairford foto foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer

Altrettanto importante, tuttavia, è la dimostrazione sia agli alleati e ai partner europei, sia alla Russia, della potenza militare degli Stati Uniti e della NATO. Questo è particolarmente importante ora, con la Russia e la NATO impegnate in movimenti di navi, aerei e truppe all’interno delle regioni strategicamente importanti del Mar Baltico e del Mar Nero, così come nelle aree che circondano l’Ucraina.

Due B 52H e due Eurofighter della RAF durante il trasferimento foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer

Il B 52 Stratofortress, è un bombardiere strategico a lungo raggio in grado di trasportare armi nucleari e a guida intelligente, prodotto dalla Boeing a partire dal 1955. A tutt’oggi privo di un successore, rimarrà probabilmente in linea fino al 2040 con la rimotorizzazione dei suoi 8 motori divenendo così, di fatto, il velivolo più anziano al mondo ancora operativo. I BUFF, acronimo di Big Ugly Fat Fellow (tipo grosso, brutto e grasso) dovrebbero rimanere nel Regno Unito per tre settimane, anche se questo potrebbe cambiare a seconda di come evolve la crisi in Ucraina.

B 52H foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer-

Nel frattempo, i bombardieri prenderanno parte a esercitazioni congiunte con gli alleati della NATO e le nazioni partner. I bombardieri strategici 52H dell’Air Force Global Strike Command sono tornati nel Regno Unito, dopo aver iniziato un regolare schieramento della Bomber Task Force alla Royal Air Force di Fairford, nel sud-ovest dell’Inghilterra.

I quattro B-52 del 69° Bomb Squadron, 5th Bomb Wing, Minot Air Force Base, North Dakota, sono atterrati a RAF Fairford tre giorni fa e sono arrivati usando i nominativi da HATE11 a HATE14. Nel volo di trasferimento sono stati supportati da almeno quattro aerei cisterne, sia KC-46 Pegasus che KC-135 Stratotankers, usando i nominativi da ABBOT71 a ABBOT74. Ulteriori attrezzature di supporto e personale sono stati trasportati a Fairford con un C-5M Galaxy.

B 52H cockpit Foto U.S. Air Force

Il Gen. Jeffrey L. Harrigian, comandante delle United States Air Forces in Europa e Air Forces Africa, ha detto:Con un ambiente di sicurezza globale in continuo cambiamento, è fondamentale che i nostri sforzi con i nostri alleati e partner siano unificati. Siamo in Europa ad addestrare e collaborare insieme perché l’integrazione coerente è il modo in cui rafforziamo la nostra potenza aerea collettiva”.

B 52H in atterraggio a Fairford foto foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer.

Questo addestramento è iniziato ancor prima che i B-52 atterrassero a Fairford, con il tempo trascorso a sorvolare le zone di Cape Wrath nel nord della Scozia e Holbeach nell’Inghilterra orientale. Qui, i bombardieri hanno lavorato con i Joint Terminal Attack Controllers (JTACs) del Regno Unito come parte di un’esercitazione di supporto aereo ravvicinato alle forze di terra.

B 52H in atterraggio a Fairford foto foto Corporal ‘Matty’ Matthews, U.K. Royal Air Force photographer

Il colonnello William Bolam della RAF, Ufficiale di collegamento, ha detto: “Lavorare con diverse nazionalità e una varietà di tipi di aerei assicura che il Regno Unito rimanga una forza leader mondiale nel supporto aereo ravvicinato e nell’integrazione aria-terra. L’addestramento con i B-52 cementa ulteriormente le tattiche e le procedure di addestramento congiunto e assicura che il Regno Unito possa fornire in modo sicuro e accurato il fuoco aria-terra insieme ai nostri alleati della NATO”.
Fabio Gigante

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button