CronacaPrimo Piano

Truffa ai danni dell’ Enel. Arrestati due uomini

Enel. Foto Internet

E’ stata smascherata l’ennesima truffa ai danni dell’Enel.

I due truffatori, Nicolò Regina, 32 anni, e Alessandro Ingarra, 29, proponendosi come rappresentanti di imprese di energia alternative all’Enel, insieme agli altri presunti appartenenti all’organizzazione, su cui continuano le indagini, stipulavano contratti di fornitura elettrica con titolari di bar, pasticcerie, centri sportivi, artigiani e ristoranti, alcuni anche noti in città, promettendo sconti esorbitanti sulla bolletta della luce , arrivando ad uno sconto pari  al 30%, spacciandosi per rappresentanti di una società tedesca inesistente.

Gli indagati intascavano i soldi delle bollette regolarmente pagate che, poi, non versavano all’Enel, riuscendo a mantenere ininterrotta l’erogazione da parte del gestore grazie ad un complicato giro di volture che consentiva di riprendere, di volta in volta, e senza soluzione di continuità, la fornitura di energia.

Una vera e propria banda che avrebbe truffato all’Enel circa 2 milioni di euro. Oltre 150 persone raggirate: nei guai sono finiti i due uomini. Tutto è partito dalla denuncia di un piccolo imprenditore palermitano. L’indagine è stata coordinata dal procuratore aggiunto di Palermo, Dino Petralia, e dal pm Maria Teresa Maligno.

Così sono scattati i fermi per Regina e Ingarra. I due, che sono accusati di associazione per delinquere, si garantivano così un altissimo tenore di vita. Come spiegano gli inquirenti: “Giravano in auto di lusso e facevano molti viaggi, anche all’estero, nelle rinomate località di villeggiatura”.

Cristina Monti

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: