Cronaca

Trenitalia, appalti truccati: 27 arresti in tutta Italia

Trenitalia. Foto Internet

L’operazione odierna, denominata “Espresso 2”, è la prosecuzione dell’inchiesta “Espresso” che nell’ottobre dell’anno scorso portò alla scoperta di un’associazione a delinquere che pilotava le gare d’appalto relative alla fornitura di accessori per la manutenzione dei treni e all’arresto di 16 persone fra imprenditori, dipendenti e funzionari di Trenitalia e Sepsa, l’azienda di trasporto pubblico campana. Altre 42 persone furono indagate e otto furono in totale gli appalti finiti nel mirino della Procura fiorentina.

L’operazione ha interessato dirigenti locali e imprenditori che, stando alle accuse, avrebbero dato vita a un sistema di corruzione e abuso d’ufficio. Il tutto volto ad alterare lo svolgimento delle gare d’appalto.

Ad eseguire gli arresti, in tutta Italia, la mobile di Firenze e la Polfer della Toscana. Per gli indagati sono stati decisi gli arresti domiciliari. Tra i reati contestati turbata libertà degli incanti, corruzione, abuso di ufficio e accesso abusivo alle banche dati riservate di Trenitalia.

Le misure cautelari, emesse dalla Procura di Firenze, sono state eseguite in 13 province italiane: Prato, Vicenza, Pordenone, Monza, Pavia, Bari, Napoli, Milano, Torino, Verona, Genova e Firenze. I 27 arrestati sono accusati di aver inquinato e truccato il sistema degli appalti della società Trenitalia, relativi alla realizzazione di strutture e impianti per i convogli statali.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button