Tre ore di interrogatorio per Massimo Ciancimino

Massimo Ciancimino è stato arrestato mercoledì per la presunta evasione di Iva di 30 milioni. L’interrogatorio è durato tre ore e ascoltato dal gip Sestito.

Ciancimino avrebbe affermato che nel periodo a cui risalgono le accuse era agli arresti domiciliari, impossibilitato dunque di costituire le società. Questa è una ipotesi portata avanti anche dai suoi due legali Roberto D’Agostino e Francesca Russo.

L’indagine è portata avanti dalla Dda di Bologna, ora passata a Ferrara. Il figlio dell’ex sindaco mafioso Ciancimino è detenuto nel carcere Pagliarelli di Palermo ed è stato ascoltato dal gip Fernando Sestito.

Complessivamente gli arresti sono arrivati per 13 persone. L’indagato inoltre ha chiesto di essere sentito dai pm di Ferrara.

 

Exit mobile version