Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Tre date in Sicilia a marzo per il cantautore calabrese MICHELE SCERRA: il 9 a Catania, il 10 a Taormina e l’11 a Santa Croce Camerina (RG).

 

(di redazione) Il tour di Michele Scerra farà tappa in Sicilia e presenterà, accompagnato alle percussioni da Emanuele Sestito, il suo primo disco solista “Torneranno i poeti”, lavoro uscito lo scorso anno per l’etichetta Il carro matto (distribuzione IRD) accolto con grande entusiasmo dalla critica specializzata (per alcuni siti è stato inserito nelle classifiche delle migliori uscite del 2017.

Le date siciliane del cantautore calabrese saranno tre: il 9 marzo si esibirà al Gammazita di Catania (h.22.00 – free entry), il 10  marzo tappa al Casamatta di Taormina (h.22.00 free entry) e, infine, l’11 live alle Officine Marchesa di Santa Croce Camerina (RG) (h.18.30 – free entry).

“Torneranno i poeti” è un lavoro sulla ricerca della bellezza, un disco politico, passionale, empatico. L’intimismo della canzone d’autore si impregna di blues e folk, per un live polveroso, meticcio e introverso (come scrive la rivista Rumore) in un’ipotetica terra senza confini a metà fra la Calabria, gli Stati Uniti e il Mediterraneo. Una narrazione che racconta gli ultimi, ma che non lascia da parte la speranza, una speranza che deve necessariamente partire dal basso, senza compromessi.

Michele Scerra è un cantautore calabrese classe 1982. Si forma artisticamente a Firenze, dopo i primi gruppi in bilico tra folk e canzone d’autore (nel 2006 è fra i finalisti dello storico Rock Contest di ControRadio) nel 2008 fonda insieme ad altri musicisti l’ Orchestra del Rumore  Ordinato.

Pubblica due dischi: “Mestierante” nel 2009 e “La Terra” nel 2012”, di cui è cantante/chitarrista e autore, in bilico fra blues e psichedelia. Gira l’Italia in lungo e in largo con un’intensa attività live dividendo il palco con artisti del calibro di Hugo Race, Paolo Benvegnù, Luigi De Gregori Grechi, The Gang, Tom Russel, Robyn Hitchcock, Massimo Bubola, Bocephus King e tanti altri Nel 2012, partecipa al Tenco Ascolta alla tappa di Piombino e sempre con la band negli anni è ospite più volte del Buscadero day e del Townes Van Zandt International Festival.

Interessato alla libertà, alla bellezza, alla verità, ai conflitti sociali. Scrive canzoni sensibili, d’amore e di passione. E’ un fan della complessità, è profondamente idealista e non crede al beneficio della sintesi. Dal 2014 comincia il percorso a nome proprio. Apre i concerti di Vinicio Capossela nella prima edizione de “La Sila suona bee” a 1800 mt di altezza e Irene Grandi .

Ottiene la menzione speciale per il miglior testo al Premio Bindi 2014 con il brano Il Circo Gelsomino ed è finalista a Botteghe d’Autore. Da solista collabora con diversi musicisti sia in studio che live. Nel 2017 è uscito il primo disco solista ”Torneranno i poeti” (Il carro matto/IRD), che ha visto la partecipazione di molti musicisti (Gianfranco de Franco, Davide Calabretta, Giovanni De Sossi, Fulvio Renzi).

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: