CronacaEsteri

Tragedia allo zoo di Pittsburgh, bambino sbranato da 11 licaoni

Licaoni. Foto Internet

Una tragedia si è consumata ieri mattina allo zoo di Pittsburgh, in Pennsylvania: un bambino è stato sbranato da un gruppo di licaoni.

Sfuggito all’attenzione della madre, il piccolo di 3 anni ha oltrepassato la rete di protezione ed è caduto in una gabbia dove ha trovato prematuramente la morte: undici licaoni lo hanno attaccato ed alla fine ucciso a morsi.

A nulla è valso l’intervento di guardiani e veterinari, che hanno tentato di distrarre gli animali e salvare così il bambino. Durante l’operazione di salvataggio, uno degli animali selvatici è stato ucciso dalla polizia. Tutto il dramma si è consumato proprio dinanzi agli occhi della madre della vittima, che non ha potuto in alcun modo intervenire.

Di fatto il bambino potrebbe essere morto prima dell’assalto dei licaoni: ben 4 metri è infatti l’altezza dalla quale il bambino è caduto nella gabbia mortale. Ad ipotizzare ciò è l’amministratrice dello zoo di Pittsburgh, secondo la quale gli animali selvatici avrebbero potuto dare l’assalto al corpo già esanime del bambino. Al momento lo zoo è stato chiuso al pubblico per un periodo di tempo indeterminato.

I licaoni sono predatori originari dell’Africa, simili a cani selvatici e molto aggressivi, specie se in gruppo. I licaoni sono attualmente una specie in via d’estinzione.

Rosaria Cucinella

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button