CulturaPrimo Piano

Torna a Palermo la “Settimana delle Culture”, la manifestazione nel 2014

Torna la “Settimana delle Culture”, promossa dal Comitato Insieme per Palermo. La decisione è stata presa dopo il successo della prima edizione che, per una settimana, dal 16 al 22 settembre, ha visto oltre duecento appuntamenti culturali a Palermo, con la partecipazione di oltre sessantamila persone, fra palermitani e turisti.

La seconda edizione della “Settimana”, in programma nel 2014, sarà ancora più ricca e coinvolgerà tantissimi operatori culturali della città, chiamati fin d’ora a presentare i propri progetti. Un’iniziativa, per le cui date definitive si attende la decisione sull’inserimento di Palermo nella “short list” di città che concorrono ad essere Capitale europea della Cultura. La notizie è, comunque, che la “Settimana” si terrà in ogni caso, sia in presenza di una decisione positiva che in presenza di un orientamento negativo.

Anche stavolta La Settimana è voluta dal Comitato «Insieme per Palermo», presieduto da Gabriella Renier Filippone e composto da Gaetano Basile, Massimiliano Marafon Pecoraro, Clara Monroy, Maria Antonietta Spadaro, Bernardo Tortorici, Salvo Viola: un comitato volontario, che per dar vita alla prima edizione ha lavorato per tutta l’estate a titolo volutamente gratuito, con l’unico scopo di realizzare una grande manifestazione, in cui protagonista fosse unicamente Palermo, nelle sue mille espressioni culturali. E la città ha risposto all’invito del Comitato in modo entusiasta, con tantissime iniziative messe a disposizione da artisti, intellettuali, compagnie, musei, associazioni, tutte a costo zero perché autoprodotte dai singoli organizzatori.

Per quanto riguarda i luoghi della seconda edizione, anche stavolta fulcro saranno i Cantieri culturali alla Zisa, ma anche il Complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo. A questo proposito, grazie al lavoro comune con l’assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, c’è l’impegno concreto che entro la prossima “Settimana”, proprio allo Spasimo, possa finalmente essere ricollocato il prezioso altare di Antonello Gagini: la conferma che la “Settimana della cultura”, così come avvenuto in occasione della prima edizione, intende essere da motore per consentire la fruizione di gioielli dell’arte, spesso inaccessibili e sconosciuti ai più, cercando di dare visibilità a tanti luoghi, chiese, chiostri, ville, dal grande valore culturale.

Fra gli eventi che saranno al centro della prossima Settimana, ci sarà una grande mostra su “Ernesto Basile e il mare”, curata da Eleonora Marrone, promossa dalla Fondazione Livia Titi Basile e l’Università degli studi di Palermo, ma anche una mostra su Ducrot, che si terrà proprio ai Cantieri culturali alla Zisa (un tempo, appunto, Officine Ducrot), e un’altra grande mostra sul Futurismo.

Ancora una volta protagonista sarà la città, con i suoi tanti operatori culturali. E, come scritto sopra, è già possibile fin d’ora incominciare a presentare i progetti, inviandoli all’indirizzo email del Comitato Insieme per Palermo info@insiemeperpalermo.com.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: